ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLe operazioni all’estero

Generali Real Estate, shopping pre-natalizio tra Spagna e Germania

La società ha completato l’acquisizione di Portal del Angel, 40, un edificio storico ad uffici e high-street retail a Barcellona da 4400 mq di superficie lorda. Nel Paese gestisce un portafoglio da 2 miliardi. La settimana scorsa, doppio closing commerciale e uffici a Francoforte, dove la gestione conta cinque immobili

di Laura Cavestri

2' di lettura

Prima la Germania, ora la Spagna. Generali Real Estate ha completato l’acquisizione di Portal del Angel, 40, un edificio storico ad uffici e high-street retail a Barcellona, per conto del fondo paneuropeo “Generali Core High Street Retail Fund”, gestito da Generali Real Estate spa, società di gestione del risparmio e riservato a investitori professionali. Il venditore dell'asset è una filiale della famiglia de Andres Puyol, Medcap Real Estate.
L’acquisizione è nel solco della strategia di Generali Real Estate di investire in asset prime nelle città europee più importanti e resilienti.

Grazie a un mercato real estate molto solido, soprattutto per asset ad uffici e commerciali di alta qualità, Barcellona è una delle città target nella strategia di investimento di Generali Real Estate. Dalla sede in Spagna, Generali Real Estate gestisce attualmente un portafoglio del valore di oltre 2 miliardi di euro.

Loading...

L’edificio in Spagna

L’asset si trova in Av. Portal del Angel, una delle principali vie per l'high-street retail in Spagna, sede della maggior parte dei mass-market retailers, e punto di accesso al centro storico e a tutte le principali attrazioni turistiche della città.
Portal del Angel, 40 è un asset mixed-use (uffici e high-street retail) di alta qualità, completamente ristrutturato, di circa 4.400 mq di superficie lorda. L’edificio è stato interamente rinnovato nel 2022 da Medcap Real Estate con specifiche tecniche, ambientali e di sostenibilità d’eccellenza, raggiungendo la certificazione Breeam In-Use Very Good ed è interamente locato a tre tenant con contratti di locazione pluriennale.

Gli immobili in Germania

Una settimana fa, Generali Real Estate aveva annuncioato il completamento delle acquisizioni di due importanti asset direzionali e commerciali a Francoforte, entrambi per conto del fondo paneuropeo “Generali Europe Income Holding”, sempre gestito da Generali Real Estate spa. Si tratta di k26, nel distretto bancario, e 10tral, nel cuore del centro città.

Gli immobili k26 e 10tral, che si distinguono per l'alta qualità costruttiva e le caratteristiche di sostenibilità ai massimi livelli, vanno ad ampliare il portafoglio di Generali Real Estate a Francoforte, che ora conta 5 immobili.

L’edificio k26, acquisito nell’ambito di un asset deal, è un edificio per uffici con spazi commerciali situato nel distretto bancario di Francoforte, all’angolo tra Kaiserstraße 26 e Mainzer Landstraße 28, che si estende su circa 11.500 mq. L’asset, realizzato nel 2004, è stato nel tempo oggetto di una completa ristrutturazione ed ha già ottenuto la certificazione Breeam-in-use con ranking “Very good”. K26 è interamente locato, con una struttura multi-tenant nella torre, ed un unico tenant con contratto pluriennale nella parte a fianco.Il distretto bancario di Francoforte è la destinazione più prestigiosa e ambita nel dinamico mercato uffici della città, ed ospita le sedi di diverse multinazionali grazie agli ottimi collegamenti e servizi di trasporto ed alla vicinanza della via del retail di lusso Goethestraße e all’Opera di Francoforte. Riguardo, invece, a 10tral, dopo aver annunciato lo scorso aprile l’accordo per la sua acquisizione da OFB Projektentwicklung, Generali Real Estate ha ora completato l’operazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati