le offerte

Bond subordinati, Generali e Unicredit lanciano nuove emissioni

Generali lancia un'offerta di riacquisto per cassa dei propri titoli aventi prima data di call nel 2022, per un importo target nominale aggregato fino a 1 miliardo di euro


default onloading pic
(Bloomberg)

2' di lettura

Generali lancia un'offerta di riacquisto per cassa dei propri titoli aventi prima data di call nel 2022, per un importo target nominale aggregato fino a 1 miliardo di euro. Il gruppo ha anche annunciato un’emissione di un nuovo bond Tier 2 con struttura bullet e formato “green”, che rappresenta il primo green bond emesso dal Gruppo.

LEGGI ANCHE / Generali compra la torre e Citylife chiude in utile

L’invito rientra nella gestione proattiva dell'indebitamento di Generali e mira a rifinanziare in modo efficiente gli strumenti finanziari subordinati aventi prime date di call comprese tra febbraio 2022 e dicembre 2022. Tale rifinanziamento consentirà al Gruppo di progredire verso il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla strategia Generali 2021 annunciata nel novembre 2018. L'operazione dovrebbe consentire al gruppo Generali di: ridurre l'indebitamento finanziario esterno di circa 250 milioni, ridurre gli interessi passivi negli anni futuri e raggiungere un profilo di scadenze del debito più equilibrato e ottimizzare al tempo stesso la struttura del capitale regolamentare.

LEGGI ANCHE / Generali, utile semestrale balza a 1,8 miliardi con dismissioni

Il green bond, emesso con scadenza 2030 ai sensi del proprio Euro Medium Term Note Programme, è destinato a investitori qualificati ed è conforme al “Green Bond Framework” recentemente definito dal Gruppo Generali e oggetto di una Second Party Opinion emessa da Sustainalytics.
Tale emissione rappresenta un altro passo importante per il Gruppo verso il raggiungimento dei suoi obiettivi sulla sostenibilità ambientale, il cui progresso è stato anche riconosciuto dalla recente inclusione del Gruppo Generali nell'indice Dow Jones Sustainability Europe Index, dopo la già nota presenza nell'indice Dow Jones Sustainability World Index.

Si muove anche Unicredit, che ha lanciato un prestito obbligazionario subordinato a dieci anni. L'istituto ha dato mandato a Goldman Sachs, Hsbc, Mediobanca, Societe Generale, Ubs e Unicredit per il collocamento di un bond Tier 2 a 10 anni, rimborsabile dopo 5. Il titolo ha un rating atteso di Baa3 da Moody's, BB+ da S&P e e BBB- da Fitch. Gli ordini sono stati superiori ai 2,5 miliardi di euro. Il livello delle richieste stanno portando la guidance di prezzo in area 245 punti base sopra il midswap a fronte dei 265 punti iniziali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...