assicurazioni

Generali, riassetto in Germania Avanza l’ipotesi Liverani come dg

di Laura Galvagni e Marigia Mangano


default onloading pic

3' di lettura

Generali avvia il riassetto in Germania con l’obiettivo di completare la trasformazione industriale e rafforzare la propria performance operativa. Tassello cruciale del nuovo piano è lo smantellamento, in maniera graduale, dell’attività nel Vita di Generali Leben. Cosa che potrebbe fargli guadagnare fino 1,7 punti in termini di Solvency II a livello di gruppo e ben 26 punti a livello di Generali Deutschland. Peraltro, come dichiarato dalla stessa azienda, il progressivo run off della compagnia non esclude che il portafoglio in essere, 40 miliardi di euro complessivi, non possa essere successivamente messo in vendita. Il che genererebbe un introito che secondo Ubs potrebbe variare tra i 700 e i 900 milioni. Diversi soggetti interessati, tra l’altro, si sarebbero già fatti avanti. Quella cifra si sommerebbe al capitale che verrà comunque liberto con la ristrutturazione della società e che verrà impiegato per dare ulteriore spinta alla crescita nel mercato tedesco, uno dei tre pilastri, assieme a Italia e Francia, del Leone di Trieste.

A ciò si aggiungono poi altre tre iniziative. La prima è la creazione di un approccio “One company”; la seconda punta al rafforzamento del marchio Generali nei canali tradizionali e ulteriori investimenti nella attività online CosmosDirekt; infine il canale degli agenti esclusivi Generali (EVG) sarà integrato nella rete vendita DVAG sotto un nuovo accordo di distribuzione esclusiva di prodotti che portano il brand di Trieste.

Il progetto porta la firma, tra gli altri, dell’attuale ceo della Germania, Giovanni Liverani. Manager di lungo corso nella compagnia assicurativa e potenzialmente candidato ad assumere nuovi incarichi. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, Liverani potrebbe essere nominato direttore generale del gruppo. È noto che da diverso tempo il vertice di Generali ha avviato una profonda riflessione sulla necessità che possa essere introdotta un figura operativa al fianco del ceo Philippe Donnet. Lo stesso Donnet si è assunto l’onere di valutare se ciò sia funzionale o meno e con quali tempi eventualmente introdurre la nuova figura in azienda. Nessuna decisione formale al momento sarebbe ancora stata assunta. Tuttavia, verso fine anno potrebbe esserci un piccolo riassetto al vertice e Liverani sarebbe la prima scelta sul tavolo per andare a ricoprire quella posizione.

Nel mentre il manager darà avvio alle nuove linee guida. progetto che il ceo Donnet ha commentato così: «Quest’operazione accelererà la trasformazione di Generali nel mercato tedesco, uno dei nostri mercati chiave. Queste azioni saranno volte a semplificare i processi e consolidare la nostra rete distributiva, incrementare la gamma di prodotti e rafforzare il brand. Il run-off di Generali Leben, inoltre, renderà disponibili risorse che ci permetteranno di cogliere nuove opportunità di crescita».

Al di là di Generali Leben l’approccio One company prevede che la società passi da un sistema basato su dieci fabbriche prodotto a uno basato su un “centro prodotti”: una nuova piattaforma che coagulerà tutte le capacità tecniche dei tre segmenti, danni, vita e salute. Ciò consentirà di immettere sul mercato prodotti modulari e semplici adattabili ad ogni canale di distribuzione. E riguardo alle reti, Generali Deutschland ha sottoscritto un accordo con DVAG, il gruppo di consulenti e agenti assicurativi finanziari leader in Germania, nonché tra i più grandi in Europa. L’intesa stabilisce che Generali rafforzi il proprio brand grazie alla distribuzione esclusiva attraverso DVAG, joint venture di cui il Leone detiene il 40%. Tra l’altro se AachenMünchener e Central confluiranno nel marchio Generali gli agenti di Generali Versicherungen confluiranno invece in DVAG, che attualmente genera il 50% del new business della compagnia sul mercato tedesco.

Infine, l’ultimo tassello è il canale digitale CosmosDirekt, leader in Germania con oltre 1,8 milioni di clienti. L’intenzione è di investire nello sviluppo della società con l’obiettivo di ampliare la gamma prodotti nei segmenti danni, salute e tutela legale per diventare il primo assicuratore diretto a offrire una scelta così ampia.

Il ceo di Generali Deutschland, Liverani, in una conferenza tenuta ieri in Germania per presentare il progetto, ha commentato così il piano: «È il momento di andare più in profondità, di ridefinire completamente il modello di business per creare una storia di crescita in un mercato altrimenti stagnante».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...