curriculum ricchissimo

Genova, chi è Claudio Gemme: il manager di Fincantieri prossimo commissario

di Celestina Dominelli

Decreto Genova, dallo Stato 360 milioni a garanzia del ponte


2' di lettura

Manca ancora l’ufficializzazione. Ma, secondo gli ultimi rumors, la maggioranza di governo avrebbe trovato la quadra sul nome del commissario straordinario alla ricostruzione del ponte Morandi di Genova: quello di Claudio Andrea Gemme, genovese, classe 1948 e dirigente d’azienda di lungo corso.

Che il governatore della Liguria, Giovanni Toti, avrebbe voluto schierare lo scorso anno, nella corsa alla poltrona di primo cittadino del capoluogo ligure, come candidato del centrodestra contrapposto a Marco Bucci.

Loading...

Un genovese doc, insomma, che ha vissuto direttamente la tragedia del ponte: la madre risulta infatti tra le persone costrette a lasciare la propria abitazione dopo il crollo.

Il ruolo in Fincantieri
Gemme ha un curriculum ricchissimo e una enorme esperienza anche in campo internazionale. Attualmente è presidente e amministratore delegato di Fincantieri Sistemi Integrati, controllata del gruppo triestino che, come noto, diversi esponenti grillini dell’esecutivo vorrebbero schierare in prima linea nella ricostruzione del ponte Morandi. Gemme è anche membro dell’advisory board e presidente del gruppo tecnico Industria e Ambiente di Confindustria, oltre che presidente del comitato strategico Alti Studi di Milano e dell’Associazione Gaslini Onlus.

GUARDA IL VIDEO - Decreto Genova, dallo Stato 360 milioni a garanzia del ponte

Una lunga carriera nell’industria
Il manager genovese ha ricoperto diversi incarichi e conosce molto bene l’industria italiana. Nel 1973 approda in Finmeccanica (oggi Leonardo), dove assume vari ruoli per poi passare alla Gestione progetti di Ansaldo Spa (allora controllata di Piazza Monte Grappa). Ma è solo uno dei tanti tasselli della sua lunga carriera che lo vede impegnato altresì nell’energia e nell’efficienza energetica. Anche su questo versante, sono numerose le cariche rivestite nei principali enti e associazioni di settore, nazionali ed estere. Dal 2002 è anche Cavaliere della Repubblica e nel dicembre 2015 è stato insignito del Premio Grandi Guglie Milano per essersi distinto nella valorizzazione del tessuto economico, scientifico, sociale e culturale nell’area metropolitana milanese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti