effetto covid

Germania: -9,7% Pil nel secondo trimestre, -11,3% annuo. Meno peggio delle stime

default onloading pic
(ZUMAPRESS.com / AGF)


1' di lettura

La caduta dell'economia tedesca nel secondo trimestre a causa della pandemia è stata meno dura di quanto stimato. Secondo i dati ufficiali di Destatis, che rivedono al ribasso le prime stime, la contrazione nel secondo trimestre è stata del 9,7% rispetto al trimestre precedente (-10,1% la prima stima) mentre su base annua la contrazione è dell'11,3% (11,7% prima stima).

Ifo, migliora clima fiducia imprese: indice a 92,6 in agosto

La Germania “è sulla strada della ripresa”. Così l'istituto privato Ifo commenta il suo indice sul clima delle imprese che in agosto ha registrato un ulteriore miglioramento risalendo a 92,6 punti dai 90,4 punti di luglio (dato rivisto al ribasso). L'indice Ifo è risultato superiore alle attese degli analisti. Le imprese tedesche valutano la loro posizione attuale in modo più positivo rispetto a luglio. Più ottimismo anche sulle aspettative. Nel settore manifatturiero, scrive l'Ifo, il clima del business è migliorato in modo considerevole. La valutazione delle imprese manifatturiere sulla situazione corrente ha fatto un balzo in avanti. Anche nel settore dei servizi l'indice ha registrato un rialzo e le aspettative per i prossimi sei mesi sono al rialzo. Clima negativo, invece, nel settore dei grossisti mentre un miglioramento del clima si registra nel settore delle costruzioni per la situazione corrente mentre c'e' ancora pessimismo per le prospettive, anche se meno pronunciato rispetto a luglio.

Loading...

Germania: 3,2% deficit nei primi 6 mesi 2020

Nei primi sei mesi del 2020, a causa della pandemia, la Germania ha registrato un deficit di bilancio del 3,2%. Lo ha riferito l'istituto di Statistica federale Destatis. E' la prima volta che si registra un deficit dal 2011.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti