La sentenza

Germania: cade dalle scale in smart working, può chiedere danni

La sentenza del tribunale sociale federale ha ribaltato quelle di due corti inferiori, secondo cui il tragitto di pochi passi non potesse essere considerato un percorso da pendolare

Illustrazione di Giorgio De Marinis / Il Sole 24 Ore

1' di lettura

Un uomo in Germania che è scivolato giù dalle scale e si è rotto la schiena mentre si spostava dalla camera da letto alla zona della casa adibita allo smart working potrà presentare una richiesta di risarcimento all’assicurazione del suo datore di lavoro.
Lo ha stabilito un tribunale tedesco, secondo quanto riporta la Cnn. La sentenza del tribunale sociale federale ha ribaltato quelle di due corti inferiori, secondo cui il tragitto di pochi passi non potesse essere considerato un percorso da pendolare. L’uomo, un responsabile delle vendite di area che lavora per un’azienda identificata come “R-GmbH”, stava andando al lavoro “dalla sua camera da letto al suo ufficio a casa al piano di sotto”, quando è scivolato e si è fratturato una vertebra.

Ma poiché stava scendendo le scale, per la prima volta quel giorno per andare direttamente nel suo ufficio a casa, il tribunale ha ritenuto che il suo viaggio fosse “assicurato come attività nell’interesse del suo datore di lavoro, come il tragitto per andare al lavoro”. L’assicurazione inizialmente si è rifiutata di coprire il sinistro.

Loading...

La legge tedesca, in seguito al sempre più massiccio ricorso al telelavoro durante la pandemia, lo scorso giugno è stata modificata per includere più attività a casa che dovrebbero coperte dall’assicurazione sul lavoro, se tali attività fossero nell’interesse dell’azienda. Gli assicuratori che forniscono una copertura legale contro gli incidenti potrebbero dover affrontare un aumento dei sinistri a seguito della sentenza di questa settimana, ha stimato Killian O’Brien, docente di diritto tedesco presso l’University College di Londra.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti