ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCompetitività

Germania, contro il caro energia maxi piano di aiuti da 65 miliardi

È il terzo intervento per aiutare famiglie e imprese a sostenere l’impennata dei costi dell’energia

Berlino, piano da 65 miliardi contro il caro prezzi

3' di lettura

La Germania, il Paese europeo più colpito dal caro energia con l’Italia, corre nuovamente ai ripari alla vigilia di una settimana che si apre con il gasdotto Nord Stream ancora chiuso.

La coalizione guidata dal Cancelliere Olaf Scholz ha varato un piano di aiuti del valore di circa 65 miliardi di euro per aiutare milioni di famiglie a far fronte all’impennata dei prezzi dell’elettricità, nel contesto della più grave crisi energetica europea degli ultimi decenni.

Loading...

Il piano sarà finanziato in buona parte tassando gli extra profitti delle compagnie energetiche che, ha detto il ministro delle Finanze Lindner, garantiranno allo Stato federale entrate a due cifre in miliardi di euro.

«Un aiuto rapido e proporzionato ai cittadini e alle imprese è necessario a causa del rapido aumento dei prezzi elevati dell’energia», si legge nel documento, redatto dopo settimane di discussioni tra i tre partiti della coalizione del cancelliere socialdemocratico.

«La Russia - ha dichiarato Scholz - non è un partner energetico affidabile. Supereremo questo inverno». In agosto l’inflazione tedesca è salita al 7,9% su base annua e secondo la Bundesbank potrà toccare il 10% entro fine anno, per la prima volta dagli anni Cinquanta.

Il pacchetto è destinato a coprire il saldo del 2022 e del 2023, e l’importo complessivo sarà ancora più grande grazie ai contributi dei governi regionali. La Germania si trova ad affrontare una crisi energetica sempre più grave, innescata dalla decisione della Russia di interrompere del tutto le forniture di gas attraverso il gasdotto Nord Stream 1, in seguito alla guerra contro l’Ucraina e alle sanzioni internazionali. Il governo tedesco ha attivato la seconda fase del suo piano di emergenza per il gas a tre livelli e sta valutando la possibilità di allentare diverse politiche energetiche e ambientali per mitigare le conseguenze, tra cui l’estensione dei cicli di vita delle centrali nucleari e a carbone.

L’impennata dei prezzi dell’energia e i molteplici cambiamenti della politica tedesca sull’Ucraina sono diventati un grosso problema per Scholz nel suo primo anno da cancelliere, con un crollo della sua popolarità. Il suo partito ha già subito una sconfitta elettorale da quando la Russia ha iniziato la guerra in Ucraina, evidenziando come l’inflazione sia diventata rapidamente la principale sfida per i governi di tutta Europa.

Il pacchetto è il terzo di Scholz da quando è entrato in carica meno di 10 mesi fa. I due precedenti avevano un valore di oltre 30 miliardi di euro. Tra le principali misure approvate dalla coalizione formata da Spd-Verdi-Liberali si segnalano:

1. Un pagamento una tantum per pensionati e studenti: il 1° dicembre i pensionati riceveranno una somma forfettaria di 300 euro per coprire i rincari delle bollette. Gli studenti e i tirocinanti riceveranno un assegno di 200 euro. Per i pensionati dal 2023 scatterà un taglio fiscale da 5 miliardi.
2. Calmiere sul prezzo dell’elettricità: verrà fissato un prezzo ridotto per i consumi finali di elettricità fino a una certa soglia.
3. In arrivo un nuovo biglietto per il trasporto locale a livello nazionale che sostituisca il biglietto mensile da 9 euro che questa estate ha avuto una grande successo. Il governo federale fornirà 1,5 miliardi di euro a questo scopo. L’obiettivo è un «biglietto a prezzo interessante», compreso tra 49 e 69 euro al mese per un biglietto di trasporto locale nazionale. I Länder devono ancora approvare il finanziamento.
4. La coalizione vuole infine aumentare gli assegni familiari di 18 euro al mese per il primo e il secondo figlio.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti