inflazione -0,2%

Germania: Ifo taglia le stime di crescita, Berlino rischia la recessione

L'Istituto Ifo taglia le previsioni di crescita della Germania per il 2019 e 2020. L’inflazione è scesa dello 0,2% congiunturale ad agosto e salita dell'1,4% su anno


default onloading pic

1' di lettura

L’Istituto Ifo taglia le previsioni di crescita della Germania per il 2019 e 2020. Anziché +0,6% gli economisti stimano ora un +0,5% del Pil nel 2019: «L’economia tedesca rischia la recessione. La debolezza dell'industria si sta diffondendo agli altri settori, come la logistica», commenta Timo Wollmershaeuser, capo economista dell’Istituto, che stima per il 2020 una crescita dell'1,2% (dall'1,7% precedente) che si riduce allo 0,8% secondo l'indice corretto per i giorni lavorativi. Per il 2021 la previsione è di +1,4%. «Uno scenario legato a molte incertezze: per esempio stiamo assumendo che non ci sia una Brexit senza accordo né un peggioramento del conflitto commerciale americano», spiega Wollmershaeuser.

L’inflazione tedesca è scesa dello 0,2% congiunturale ad agosto e salita dell'1,4% su anno. Si tratta dei dati definitivi, che confermano le stime preliminari.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...