MEDIA E FORMAZIONE

Giornalismo, parte a Roma il Master Lumsa. Iscrizioni entro il 15 ottobre

Corso biennale, convenzionato con l’Ordine nazionale. Praticantato e stage formativi, attività multimediale

2' di lettura

Web, televisione, radio, carta stampata, videoinchieste, podcast. Una full immersion in una vera redazione multimediale per arrivare dopo due anni agli esami di Stato di giornalista professionista. Giunge alla sesta edizione il Master in giornalismo della Lumsa di Roma. Le iscrizioni ai test vanno fatte entro il 15 ottobre.

L’avvio a fine ottobre
Il Master è uno degli undici in Italia convenzionati con l’Ordine nazionale dei giornalisti, diretto da Carlo Chianura e Fabio Zavattaro. Le iscrizioni ai test di ingresso potranno essere inviate entro il 15 ottobre via Pec, come spiegato sul bando pubblicato sul sito www.lumsanews.it. Tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre ci sarà l’inizio del biennio.

Loading...

Lezioni e praticantato
L’offerta formativa _ spiegano gli organizzatori _ prevede oltre 40 insegnamenti tecnico-professionali per un totale di 660 ore, unite a 1.400 ore di praticantato, cui si sommeranno attività seminariali con importanti protagonisti dell’informazione. Per ciascun anno di corso sono previsti stage di due-tre mesi nelle più importanti testate italiane. Nel prossimo biennio massima cura sarà dedicata alla tutela della salute, consentendo la frequenza in presenza dei praticanti.

Piattaforma multimediale
L’attività ha come fulcro il sito www.lumsanews.it, piattaforma multimediale del lavoro del Master, nel quale hanno trovato spazio, nell’ultimo anno, più di 2.000 tra articoli e inchieste, 140 video, 40 edizioni di giornali-radio e telegiornali. I contenuti sono stati visualizzati da circa 60mila utenti unici, con 140 mila visualizzazioni di pagina. Durante il periodo del lockdown il Master non si è fermato. Il praticantato e le lezioni sono proseguiti a distanza attraverso la piattaforma di Google Meet e la messaggistica istantanea. Il lavoro multimediale è supportato da un innovativo sistema di archivio di 40 terabyte: il MAM (Media Asset Management). Questo sistema consente di conservare tutta la produzione e di velocizzare il lavoro degli studenti come in una vera redazione.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti