il caso del file whatsapp

Giornalisti, Casalino verso il Consiglio di disciplina dell’Ordine

L’audio di Casalino che minaccia epurazione dei tecnici del Mef

1' di lettura

Il file Whatsapp nel quale Rocco Casalino riferisce di ripercussioni per i funzionari del ministero dell’Economia in caso di mancato reperimento delle risorse per il reddito di cittadinanza potrebbe costare caro al portavoce del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: l’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha avviato infatti l’iter per la trasmissione al Consiglio di disciplina territoriale del file audio registrato da Casalino, nell’esercizio delle sue funzioni e destinato a un giornalista. Ne dà notizia il presidente dell’Ogl Alessandro Galimberti in una nota ufficiale.

Rocco Casalino è iscritto come giornalista professionista all’Ordine della Lombardia dall’11 settembre 2007.

GUARDA IL VIDEO - L'audio di Casalino che minaccia epurazione dei tecnici del Mef

Loading...

Le verifiche
Il consiglio di disciplina adesso dovrà verificare, nell’ambito dell’autonomia riconosciutagli dalla Legge 138/2011, se le dichiarazioni di Casalino, iscritto all’Ordine dei giornalisti nell’albo dei professionisti, il tenore e l’uso del linguaggio da lui utilizzati «siano pertinenti, continenti e compatibili con gli articoli 2 e 11 della Legge professionale 69/1963».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti