La ricorrenza

Giornata della statistica: la laurea garantisce più lavoro e stipendi elevati

Mercoledì 20 ottobre undicesima Giornata italiana della Statistica, celebrata su scala mondiale ogni cinque anni. I dati del dossier 2021, targato Almalaurea

di Redazione Scuola

(Sergiy Timashov - stock.adobe.com)

3' di lettura

Mercoledì 20 ottobre si celebra l'undicesima Giornata Italiana della Statistica. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2010, e celebrata su scala mondiale ogni cinque anni, in Italia la giornata è promossa e organizzata dall'Istituto nazionale di statistica (Istat) e dalla Società italiana di statistica (Sis). Una ricorrenza che offre ad AlmaLaurea, dal 2015 membro del Sistema statistico nazionale (Sistan), l'occasione per presentare il Rapporto 2021 su profilo e condizione occupazionale dei laureati in statistica.

Il dossier e i dati

I dati dimostrano che, sulla base della documentazione più recente del ministero dell'Università e della Ricerca, negli ultimi dieci anni gli immatricolati ai corsi di laurea in statistica sono aumentati passando da 966 a 1.479 unità nel 2020/2021; tuttavia, se rapportati al totale degli immatricolati, la percentuale risulta pressoché stabile nel periodo considerato (0,3-0,4%). Nell'anno solare 2020 i laureati in statistica sono 1.514; nello stesso anno, i laureati in statistica coinvolti nell'indagine Almalaurea sul Profilo dei laureati sono 1.402 e rappresentano quindi il 92,6% dei laureati in statistica in Italia. I 1.402 laureati in statistica rappresentano il 4,8% dei laureati del gruppo scientifico e lo 0,5% del complesso dei laureati del 2020. Si tratta di 684 laureati di primo livello nella classe di laurea in Statistica, 471 laureati magistrali biennali nella classe in Scienze statistiche e 247 nella classe in Scienze statistiche attuariali e finanziarie. Più iscritti di genere maschile (56,6%), quota superiore di oltre 15 punti percentuali a quanto osservato sia nel gruppo scientifico (41,7%) sia sul complesso dei laureati (41,3%). Provengono per quasi il 60% da percorsi liceali scientifici (59,7%) con un voto al diploma di 82,5 su 100 leggermente inferiore rispetto ai colleghi del gruppo scientifico (84,0 su 100) e leggermente superiore rispetto al complesso dei laureati (81,6 su 100). Dal punto di vista del contesto socio-culturale di provenienza si segnala che almeno un genitore è laureato nel 35,5% dei casi (rispetto al 33,6% dei laureati nel gruppo scientifico e al 30,7 % del complesso dei laureati). Migliore anche la regolarità negli studi universitari: il 68% dei laureati in statistica conclude gli studi nei tempi previsti, quota superiore a quanto osservato sui laureati del gruppo scientifico (60,4%) e di ben 9,6 punti superiore al dato sul complesso dei laureati (58,4%). Il voto medio alla laurea è 103,5 su 110, mentre nel gruppo scientifico è 104,2 su 110 e per il complesso dei laureati è 103,2 su 110. Frequentano di più le lezioni (l'80,9% frequenta oltre i tre quarti degli insegnamenti rispetto al 79,7% dei laureati del gruppo scientifico e al 70,4% del complesso dei laureati) e svolgono in misura superiore esperienze di studio all'estero riconosciute dal corso di laurea rispetto ai laureati del gruppo scientifico (10,6%, rispetto al 6,9%), ma in misura inferiore rispetto al complesso dei laureati (11,3%). Per contro conoscono di più la lingua inglese: la conoscenza al livello “almeno B2” della lingua inglese scritta è di oltre 10 punti percentuali superiore rispetto a quella dei laureati del gruppo scientifico e di quasi 14 punti superiore rispetto al complesso dei laureati (il 70,4% rispetto al 60,2% dello scientifico e al 56,5% del complesso dei laureati); la conoscenza a livello “almeno B2” della lingua inglese parlata è superiore di oltre 6 punti percentuali rispetto ai laureati del gruppo scientifico e di oltre 8 punti percentuali rispetto al complesso dei laureati (rispettivamente 61,4%, 54,8% e 53,0%). I laureati in statistica mostrano, infine, un livello di soddisfazione complessiva per il percorso di studi concluso leggermente superiore a quello degli altri laureati (93,4%, rispetto al 92,3% del gruppo scientifico e al 90,7% del complesso dei laureati). In definitiva l'80,8% dei laureati in statistica, potendo tornare indietro, si iscriverebbe di nuovo allo stesso corso di studio nel medesimo ateneo; tali percentuali sono rispettivamente pari a 75,7% per i laureati del gruppo scientifico e 72,8% per il complesso dei laureati.

Loading...

Alta occupazione e retribuzione

A un anno dalla laurea, tra i laureati in statistica il tasso di occupazione è pari al 92,5%, valore decisamente superiore sia all'82,8% del gruppo economico-statistico sia al 76,3% del complesso dei laureati. A cinque anni dalla laurea, tra i laureati in statistica il tasso di occupazione raggiunge il 92,8% (è 89,7% tra i laureati del gruppo economico-statistico e 87,0% per il complesso dei laureati del 2014). I laureati in statistica presentano livelli retributivi elevati: a un anno dal conseguimento del titolo,infatti, dichiarano di percepire una retribuzione mensile netta pari a 1.437 euro, +3,8% rispetto ai 1.384 euro del gruppo economico-statistico e +13,1% rispetto ai 1.271 euro del complesso dei laureati. A cinque anni dalla laurea, la retribuzione mensile netta raggiunge i 1.746 euro, +6,9%rispetto al gruppo economico-statistico (cui corrispondono, in media, 1.634 euro) e +15,5% rispettoal totale dei laureati (1.512 euro).

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati