in pole position

Toto-premier: chi è Enrico Giovannini, l’ex ministro paladino dello sviluppo sostenibile

A lui si deve, dopo alcune tentativi nel 2012 di Elsa Fornero, la semplificazione dell'apprendistato professionalizzante proprio per accelerare la transizione nel mondo del lavoro

di Nicoletta Cottone e Claudio Tucci


Giovannini: “I portafogli dei futuri commissari europei siano in linea con lo sviluppo sostenibile”

3' di lettura

L’ultimo impegno, da studioso e da portavoce dell’Asvis, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, è proprio sul tema della “sostenibilità”, per richiamare politica e società civile sull’importanza di un’economia che non crei disuguaglianze, a danno soprattutto delle future generazioni. Ma Enrico Giovannini, in queste ore tra i nomi in circolazione per ricoprire l’incarico di nuovo premier, dopo le dimissioni di Giuseppe Conte, ha detto la sua anche sui temi del mercato del lavoro, quando nel 2013-2014, ha ricoperto l’incarico di ministro del Lavoro dell’esecutivo Letta, dopo essere stato, in un passato un po’ più remoto, Chief statistician dell’Ocse dal 2001 al 2009 e, successivamente, presidente dell’Istat, dal 2009 al 2013.

Professore ordinario di statistica economica all’università Tor Vergata di Roma, Giovannini, oggi, tra gli addetti ai lavori e non solo, è considerato un paladino dello sviluppo sostenibile. Tanto che al termine del Festival dello sviluppo sostenibile dello scorso maggio aveva auspicato con chiarezza una governance che orienti le politiche allo sviluppo sostenibile. E aveva chiesto al premier Giuseppe Conte di attivare subito una Commissione nazionale per lo sviluppo sostenibile, e di trasformare il Cipe in Comitato interministeriale per lo sviluppo sostenibile. Ma aveva anche sollecitato un dibattito parlamentare in tempi stretti per introdurre il principio dello sviluppo sostenibile in Costituzione con l'obiettivo di garantire le generazioni presenti e future.

GUARDA IL VIDEO / Giovannini: “I portafogli dei futuri commissari europei siano in linea con lo sviluppo sostenibile”

Lo sviluppo sostenibile è stato anche la stella polare di un progetto nell'ambito del master di Giornalismo politico-economico e informazione multimediale della 24OreBusinees School del Sole24Ore, portato avanti in collaborazione proprio con il professor Giovannini e l'Asvis: l'iniziativa, legata al laboratorio di storytelling digitale, ha visto ogni studente elaborare un progetto legato allo sviluppo sostenibile dei territori con storie, reportage,video e videoanimazioni.

PER SAPERNE DI PIÙ / Salute, Giovannini: «Un decalogo per ridurre le disuguaglianze Nord-Sud»

Ed è proprio sui giovani, e la loro occupabilità, che Giovannini, ministro del Lavoro, si è speso maggiormente nel suo passato governativo: a lui si deve, dopo alcune tentativi nel 2012 di Elsa Fornero, la semplificazione dell'apprendistato professionalizzante proprio per accelerare la transizione nel mondo del lavoro. Sempre nel Dl 76 del 2013 Giovannini - era al suo fianco il compianto sottosegretario, l'economista Carlo Dell'Aringa - introdusse un bonus, piuttosto consistente, per assumere under30 in difficoltà. Gli intoppi burocratici e una economia ancora in crisi hanno però frenato la misura.

LEGGI ANCHE / Obiettivi di sviluppo sostenibile: meno di 2 giovani su 10 li conoscono

Proprio per affrontare mesi difficili e crisi aziendali piuttosto profonde Giovannini incrementò i fondi per gli ammortizzatori sociali, in particolare per quelli in deroga, rivedendo, anche, il sistema di politiche attive, da sempre l'anello debole del mercato del lavoro italiano. Giovannini tracciò il sistema di Garanzia giovani che partì poi dopo, a metà 2014, completò l'avvio dell'Isee, e avviò una prima riduzione del cuneo per le imprese. Sul sociale, il ministro Giovannini introdusse, per la prima volta in Italia, uno strumento universale di contrasto alla povertà, il Sia, che può considerarsi un sorta di precursore dell'attuale reddito di cittadinanza. Non a caso, proprio il Rdc, è uno dei punti di contatto più forti tra Pd e M5S.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...