Studenti e ricercatori

Giurisprudenza si aggiorna con il diritto internazionale

di Davide Madeddu

3' di lettura

Non solo conoscenze delle materie tradizionali ma anche competenze per affrontare i nuovi scenari. Quelli locali e quelli internazionali. Con uno sguardo all'innovazione. Sono le novità al centro dei corsi di laurea in giurisprudenza in rampa di lancio per il prossimo anno accademico nelle università italiane.

Focus sul diritto internazionale

Loading...

«Abbiamo chiesto di attivare in ateneo e vale per l’anno prossimo il corso di diritto privato della globalizzazione - dice Oliviero Diliberto, preside di giurisprudenza alla Sapienza di Roma -, perché c’è una marcata proiezione verso gli altri paesi e la globalizzazione configura problemi giuridici inediti. Il diritto è stato tagliato sulla figura dello Stato nazionale. Quindi è necessario affrontare i nuovi scenari». Non solo, alla Sapienza, oltre agli insegnamenti tradizionali e ai corsi internazionali, come quello totalmente in inglese, ci sono anche nuovi corsi in diritto alimentare e il diritto sportivo. «Materie qualificanti - argomenta Diliberto - che portano al conseguimento di titoli di studio spendibili sul mercato del lavoro». Come il corso, attivato lo scorso anno accademico in risorse umane e scienze del lavoro e innovazione. «Un corso che porta al conseguimento della laurea in giurista d’impresa - continua Diliberto -: si tratta di un programma a se stante all’interno della facoltà di giurisprudenza ed è un corso professionalizzante».

Più didattica in inglese

Lo scenario internazionale è anche uno degli orizzonti verso cui guarda la facoltà di giurisprudenza della Bocconi di Milano, come chiarisce il preside della Bocconi Law School, Pietro Sirena: «Stiamo attuando un nuovo piano di studi in cui abbiamo portato a un terzo dei corsi obbligatori le materie in inglese e al 70 per cento quelle facoltative in inglese».

C’è poi, oltre all’ingese, l’informatica giuridica e la programmazione, legal clinics, che “contaminano” i tradizionali piani di studio di giurisprudenza. Agli studenti viene poi chiesto l’impegno sul campo che riguarda il supporto a progetti per realizzare un acceleratore di start up:  «I ragazzi - spiega Sirena - forniscono tutta l’infrastruttura di informazione giuridica che serve per far nascere e per far crescere l’attività».

Esperienze sul campo

Un’altra possibilità riguarda i programmi di utilità e responsabilità sociale. Proprio in questo ambito la scuola di giurisprudenza della Bocconi ha messo in campo il progetto di Legal Clinic in cui si offrono assistenza e orientamento su questioni di natura giuridica negli sportelli legali situati in contesti selezionati.

Con le legal clinic gli studenti partendo dalla fine del quarto anno possono fare pratica su casi reali attraverso attività pro-bono. Cuore del progetto sono i legal desk. Tra le iniziative portate avanti lo sportello legale Bocconi al carcere di Bollate.

All'università di Torino si parte dai corsi di base per poi andare ad affrontare le specializzazioni. Con curricula che guardano sia a percorsi tradizionali, magistratura, notariato o attività forense sia a nuovi percorsi anche su contesti internazionali. Oltre alla magistrale a ciclo unico ci sono le triennali in diritto agroalimentare, diritto per le imprese e le istituzioni, global law and transnational legal studies, consulente del lavoro e gestione delle risorse umane, scienze dell’amministrazione digitale.

All’università di Palermo in ambito giuridico c’è la triennale in consulente giurico d’impresa e la magistrale in migrazioni, diritti e integrazioni.

All’università di Firenze la laurea magistrale a ciclo unico prevede accanto al tradizionale corso in giurispudenza anche giurisprudenza italiana e tedesca e giurisprudenza italiana e francese.

A Roma Tre - per fare qualche altro esempio - ci sono le triennali in scienze dei servizi giuridici e servizi giuridici per la sicurezza territoriale e informatica, mentre a Roma Tor Vergata scienze dell’amministrazione e delle relazioni internazionali.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati