fiere

Givenchy sarà il guest designer a Pitti Uomo


1' di lettura

Sarà Givenchy, marchio francese tanto amato da Audrey Hepburn, l’ospite speciale della novantaseiesima edizione di Pitti Uomo che si terrà il prossimo giugno a Firenze. Un nome importante, emblema della tradizione couture francese da quasi 70 anni. Fu fondato, infatti, nel 1952 da Hubert de Givenchy.

Alla direzione creativa della maison, che è parte del gruppo Lvmh, c’è Claire Waight Keller, subentrata all’italiano Riccardo Tisci nel 2017. In questi due anni, la designer ha portato avanti una visione “duale” del marchio, occupandosi sia della collezione femminile sia di quella maschile. Nella sfilata che si terrà durante Pitti Uomo 96 - l’appuntamento è in calendario per il 12 giugno, in una location top secret - verrà presentata la collezione per la primavera-estate 2020. E sarà l’unico show uomo di Givenchy per questa stagione. Nessuna presenza del brand nel calendario parigino, dunque.
«L’ invito da Parte di Pitti riconosce la lunga relazione di Givenchy con il mercato italiano», si legge in un comunicato.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti