Architettura e natura

Glamping, architetture green e hi-tech per la nuova frontiera del turismo

Glamour più camping: in aumento i resort che uniscono alloggi di pregio e vita all'aria aperta in «tende» semipermanenti - High tech, arredi green, telescopi e idromassaggi

di Maria Chiara Voci


default onloading pic
Le «casette» del Whitepod Eco Luxury Hotel a 1.700 metri, con vista sul Lago di Ginevra

2' di lettura

Tele, tessuti, ma anche strutture prefabbricate in legno o in acciaio complete di rivestimenti iperinnovativi e sostenibili e montate su basamenti eco-friendly (che possono essere montate e smontate senza danno per l’ambiente). Ma anche tecnologie portatili per non far mancare un ottimo grado di comfort interno e arredi green. Il glamping (la tendenza che unisce alloggi di lusso e vita all’aria aperta) cresce in Italia (e all’estero) e aiuta a sperimentare soluzioni innovative per l’abitare. “Tende” o strutture semi-permanenti già montate, per chi vuole fare camping senza rinunciare ai comfort di un modulo abitativo.

L’interno di una stanza del Whitepod Eco Luxury Hotel a 1.700 metri, con vista sul Lago di Ginevra.

A 1.700 metri d’altitudine, con vista sul Lago di Ginevra, questo grazioso villaggio, il Whitepod Eco Luxury Hotel, offre 15 “casette”, tutte ancorate a piattaforme in legno e composte da una copertura geodetica, capace cioè di sopportare il peso della neve d’inverno. Le unità - con metrature variabili da 26 a 40 metri quadrati - oltre ad essere munite di terrazzo esterno, sono arredate per il massimo comfort e possono ospitare da 2 a 4 persone. In ciascuna, un pod centrale (spazio di ritrovo per tutti gli ospiti), zona relax con sauna, sala conferenze e sala giochi per bambini.

Le «bolle» trasparenti a 5 stelle di Attrap’Rêves

A nord di Marsiglia, in Francia, Attrap’Rêves ospita i turisti in una struttura a cinque stelle racchiusa in bolle trasparenti. Tutto immerso nel mezzo di un bosco, con vasca idromassaggio e telescopio per esplorare il cielo notturno. In Corea, il glamping è ecosostenibile grazie alle nuove tende (rigorosamente di lusso) progettate dai designers di Archiworkshop. Hee-Jun Sim e Su-Jeon Park hanno progettato delle tende a forma di nocciolina: una innovazione che permette l’adattamento a qualsiasi tipo di terreno e in qualsiasi stagione. Gli interni sono rigorosamente all’insegna del lusso.

Il Vallicella Glamping Resort (Grosseto)

L’ultima struttura di Glamping in ordine di tempo ha aperto a ridosso dell’estate è il Vallicella Glamping Resort in provincia di Grosseto. La struttura - che ha tagliato il nastro il 31 di luglio - si sviluppa a terrazze sulla collina ai piedi della città di Scarlino. In tutto, 90 tende glamping e 35 mobile home, tutte prodotte da CrippaConcept. L’azienda presenterà peraltro ufficialmente il prossimo ottobre 2019, nell’ambito del Sun Beach & Outdoor di Rimini, la nuova County Suite: una tenda safari in grande scala, che all’interno punta sul comfort e sulla ricerca nella progettazione degli spazi. Contiene camere da letto ampie, cucine spaziose e aree living molto accoglienti.

La «casa Pigna» targata DomusGaia e realizzata a Ugovizza

Dal lago di Garda alla Sicilia, passando per la Puglia sono molti i campeggi che puntano sul glamping. E per chi ama la montagna e i moduli in legno, cresce anche in questo caso l’offerta. Nella Galassia di Starsbox (le case in legno per ammirare le stelle progettate da Officina82) così come nelle case pigna di DomusGaia, realizzate in legno a Ugovizza tra i boschi incontaminati delle Alpi Giulie (Friuli Venezia Giulia) per dormire a 10 metri di altezza guardando le stelle.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...