ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSettore minerario

Glencore in luce a Londra, forte utile da trading grazie a boom prezzo carbone

L’utile dell'attività di negoziazione nel primo semestre sarà nella fascia alta delle attese grazie al boom delle quotazioni del carbone, in un contesto di forte volatilità

di Giuliana Licini

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Glencore brilla alla Borsa di Londra dopo avere annunciato che l’utile dell'attività di negoziazione nel primo semestre sarà nella fascia alta delle attese grazie al boom delle quotazioni del carbone, in un contesto di forte volatilità. Il titolo del gruppo minerario anglo-svizzero, uno dei colossi mondiali del settore, attorno alle 10,45 italiane, mette a segno un progresso del 3% a 478,13 pence, segnando una delle migliori performance dell'indice Ftse 100 che intanto sale dello 0,7 per cento.

Divisione Marketing meglio delle attese

Glencore ha annunciato che l’Ebit della divisione ‘Marketing’ supererà 3,2 miliardi di dollari nel primo semestre, nella parte alta della gamma delle previsioni annuali di lungo termine della società. Il gruppo prevede d’altro canto un Ebit di 2,2-3,2 miliardi di dollari sull’insieme dell’esercizio in quanto nella seconda metà dell’anno le condizioni di mercato dovrebbero ritrovare livelli più normali, come spiega un comunicato. In effetti sono aumentati sia i costi dei fattori della produzione, come il diesel, gli esplosivi, la logistica e l’elettricità, sia le royalties governative. Glencore ha quindi alzato la guidance di prezzo del mix del suo portafoglio di carbone per il primo semestre a 82-86 dollari per tonnellata basata sul benchmark Newcastle di 318 dollari per tonnellata, contro l’indicazione di febbraio di 32,8 dollari a fronte del prezzo di Newcastle di 175 dollari. Al tempo stesso Glencore ha aumentato la stima dei costi del primo semestre per le sue operazioni di carbone termico a 75-78 dollari da 59,3 dollari.

Loading...

Conti attesi per il 9 agosto prossimo

«Il nostro settore Marketing ha navigato con successo tra le straordinarie sfide globali durante il semestre ed è stata una fonte continua e affidabile di materie prime per la nostra vasta base di clienti», sottolinea la società. «Di fronte alle sfide e in un contesto di alto rischio, la performance finanziaria del nostro segmento ‘Marketing’ ha continuato ad essere sostenuta da fasi di volatilità del mercato che ha raggiunto livelli estremi, da perturbazioni nell’offerta e dalle tese condizioni di mercato fisico, particolarmente sui mercati globali dell’energia», ha spiegato Glencore. Il gruppo comunicherà il rapporto sulla produzione nel primo semestre il 29 luglio e i risultati finanziati del periodo il 4 agosto. Glencore è quotata alla Borsa di Londra, ha la sede principale a Baar, in Svizzera, ma è registrata anche a Jersey. È stata fondata nel 1974 da Marc Rich, come società di trading, è poi diventata un grande produttore e rivenditore di commodities. Ha 135mila dipendenti nel mondo in oltre 150 siti minerari, metallurgici e petroliferi. Nel 2021 ha registrato un ebitda rettificato complessivo di 21,3 miliardi di dollari.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti