ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBANCHE

Gli arabi del fondo Mubadala dimezzano la quota in UniCredit

Dopo dieci anni il fondo sovrano di Abu Dhabi riduce la partecipazione nella banca italiana portandola al 2% dal 4,99%. La quota è valutata 850 milioni.

di Ma.Mo.

1' di lettura

Il fondo sovrano di Abu Dhabi, Mubadala ha più che dimezzato la sua partecipazione in UniCredit passando a circa il 2,02% a partire dal 20 dicembre, secondo quanto riportato da Consob, in calo rispetto a una quota del 4,99% di giugno. La quota venduta dal fondo è valutata circa 850 milioni di euro in base al prezzo di chiusura di ieri. Mubadala e UniCredit hanno rifiutato di commentare.
Il fondo di Abu Dhabi ha acquistato la partecipazione nel 2010 come parte della strategia di diversificazione degli investimenti dall’economia petrolifera dell’emirato. All’epoca dell’acqusizione la partecipazione era stimata in circa 1,8 miliardi di euro.

UniCredit, intanto, questa mattina ha avviato il collocamento di un prestito obbligazionario subordinato con scadenza 12 anni per 1,25 miliardi di euro. All’avvio dell’operazione le indicazioni iniziali di rendimento erano pari a uno spread nell’area di 310 punti base sopra il tasso midswap, condizioni che sono migliorate nel corso del collocamento grazie a domanda superiore ai 2,3 miliardi di euro che ha spinto ad abbassare a 290 punti base lo spread sul midswap. Bookrunners Barclays, BBVA, Credit Agricole CIB, Mediobanca, Morgan Stanley e UniCredit sono gli istituti impegnati nell’operazione.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti