Accenture Security

Gli attacchi informatici costano 8 milioni di dollari alle aziende in Italia

di Luca Tremolada


default onloading pic

2' di lettura

In Italia il costo medio annuo per azienda delle violazioni della sicurezza informatica ha raggiunto gli 8 milioni di dollari (13 milioni di dollari per azienda a livello globale), con un incremento del 19% nel 2018 (12% a livello globale). È quanto emerge dal nono studio annuale di Accenture Security sui costi del cybercrime.

La ricerca, che ha coinvolto 11 Paesi per un totale di 2.647 responsabili security e IT intervistati. Il numero medio annuo di security breach per azienda è aumentato da 50 a 62 (+20% in Italia contro un +11% a livello globale). Gli attacchi subiti con maggior frequenza dalle aziende italiane, sono rappresentati dal phishing e dal ransomware.

Si distinguono poi, si legge nel report, per danni economici provocati anche i malicious insider e i malicious code, che fanno registrare rispettivamente perdite annue per 180.900 dollari (+3%) e 132.500 dollari (+10%) per azienda.

Il nodo delle tempistiche. Quanto vale il tempo necessario per risolvere le problematiche causate dai cyberattack. I malicious insider, si legge, manifestano l'incremento più significativo, riportando un aumento dell'8%, che si traduce in 66,9 giorni di intervento per ripristinare un sistema sicuro.

Anche il ransomware presenta un aumento, pari al 13%, richiedendo 28,9 giorni per essere risolto. Tempistiche diverse per gli attacchi phishing e malicious code che si attestano rispettivamente sui 29,4 e 60,3 giorni.
I settori che sostengono i costi maggiori sono il Banking, con 18,37 milioni di dollari l'anno per azienda, e le Utilities, con 17,84 milioni di dollari. Quelli che hanno visto una maggiore lievitazione dei costi rispetto allo scorso anno sono invece Automotive e Life Science, entrambi con un incremento dei costi del 50% rispetto al 2017.

L’Italia e l’intelligenza artificiale. Solo il 32% delle aziende italiane intervistate (38% a livello globale) implementa queste soluzioni in materia di cyber security. Eppure, come stimato da Accenture Security, l'utilizzo di sistemi di automazione, intelligenza artificiale e machine learning, sarebbe in grado di far risparmiare in media ogni anno alla singola azienda un valore di 1,91 milioni di dollari (2,79 milioni di dollari è il costo medio per azienda nel mondo).

«Persone, dati, e tecnologie - commenta Paolo Dal Cin, Accenture Security lead per l’Europa e l’America latina - sono sempre più esposte al rischio di attacchi informatici. Nonostante questo, i team dedicati alla sicurezza in azienda non sono ancora sufficientemente coinvolti nei processi strategici di business e le organizzazioni non hanno ancora raggiunto un livello adeguato di cultura e responsabilizzazione interna in materia di cybersecurity. Il nostro studio chiarisce che è tempo di adottare un approccio più olistico, proattivo e preventivo alla gestione del cyber risk, con un pieno coinvolgimento di tutti i livelli di business e con un maggiore investimento in tecnologie come automazione, artificial intelligence e machine learning, in grado di ridurre i costi e garantire alle aziende di preservare il livello di fiducia digitale necessario per operare in un mondo sempre più connesso».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...