ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùColliers International

Gli investimenti più interessanti nel real estate? In Europa e nella logistica

di Evelina Marchesini


default onloading pic
(© giovanni rivolta)

3' di lettura

L'Europa resta più attrattiva delle altre aree mondiali per gli investitori immobiliari grazie agli spread di rendimento tra l’asset real estate e i bond. E i settori più interessanti sono oggi quello industriale-logistico e il residenziale, settore però quest’ultimo in cui l’Italia resta fuori dai giochi. Intanto gli investimenti nel real estate continuano a crescere e potrebbero raggiungere i 2.500 miliardi di dollari nel 2020. Già nel 2018 gli investimenti nell’immobiliare dalle istituzioni globali hanno raggiunto gli 840 miliardi, che si vanno ad aggiungere ai 370 miliardi dei fondi chiusi specializzati.
Ma dove conviene investire, nel dettaglio? A fare il punto della situazione è Colliers International, che ha presentato la sua vision al Mipim di Cannes.

Il driver principale da seguire, secondo Colliers, è quello degli investimenti infrastrutturali nei grandi centri o regione europee. Quanto alla tipologia di asset, vince il concetto dell’uso misto, in particolare dell’abbinamento tra residenziale, il leisure “flessibile” e gli spazi business, con un occhio particolare allo smart working. In senso assoluto, dice Colliers, il miglior settore al mondo in cui investire oggi è quello industriale/logistico europeo, seguito dalla logistica asiatica. Gli investitori internazionali, in questo contesto, guardano sia all'investimento diretto in singoli asset, sia alle piattaforme che includono sviluppo e strumenti di debito. Gli investimenti nel real estate sono in crescita a livello globale, a velocità differenziate a seconda dei settori.

Il bilancio a cinque anni
La parte del leone a livello mondiale continuano a farla gli uffici, che nel 2018 hanno visto un totale di oltre 103 miliardi di dollari, con un aumento in cinque anni del 40 per cento. Seguono gli spazi commerciali, in particolare il retail, con un totale 2018 di 77,7 miliardi e una variazione positiva del 44 per cento. L’industriale e la logistica hanno attirato capitali per circa 31 miliardi, con una variazione nel quinquennio dell’87%, mentre il settore alberghiero è cresciuto del 90% a quota 10,28 miliardi. Ma è il residenziale ad aver sperimentato un vero e proprio boom, con un aumento del 150%, a quota 20,5 miliardi.

Le capitali europee
Le grandi città europee (e per l’Italia viene indicata Milano) sono accomunate dal fenomeno dei cosiddetti investimenti cross border, cioè provenienti da un Paese diverso da quello dell'investimento e la percentuale dei capitali esteri è elevata in tutta Europa. Milano spicca, in questo contesto, con una percentuale che supera il 50%, in crescita negli ultimi anni e tra le piazze ad avere una maggiore incidenza di investimenti dall’estero, dove però i capitali provenienti dalla Cina e dai Paesi asiatici sono ancora abbastanza contenuti rispetto al resto dell’Europa, lasciando intravvedere una possibilità di ulteriore crescita. In termini di aspettative di crescita economica e opportunità di investimento immobiliare, Londra e Parigi restano le città più interessanti, mentre da questo punto di vista Milano resta un po’ ai margini.

Il residenziale
Il settore maggiormente in crescita negli ultimi cinque anni è stato il residenziale, sempre più interessante per gli investitori real estate, ma con grandi differenze a seconda dei Paesi. Colliers ha elaborato una classifica degli investimenti in residenziale dal 2008 a oggi: al primo posto svetta la Germania, con 121 miliardi di euro di investimenti, seguita dal Regno Unito (40 miliardi), la Svezia (33 miliardi), i Paesi Bassi (20 miliardi) e la Svizzera (17 miliardi). L’Italia è invece nelle ultime posizioni, con circa un miliardo di investimenti nel residenziale da parte di investitori immobiliari dal 2008 al 2018.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...