ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssiom Forex

Gli operatori sposano la linea Bce, verso il superamento del picco di inflazione

Secondo l'opinione della maggioranza, nel corso del 2022 verranno meno i fattori che hanno spinto al rialzo i prezzi nel 2021 e si tornerà gradualmente verso l'obiettivo di medio termine

di Corrado Poggi

(bht2000 - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Runaway inflation o picco temporaneo destinato a essere riassorbito nel corso dei prossimi mesi? Le opinioni fra gli operatori di Assiom Forex che hanno preso parte al sondaggio di dicembre sono divise ma prevale di qualche punto la rappresentanza di quanti sposano l'analisi Bce e ritengono che la corsa dei prezzi registrata durante il 2021 sia destinata a rientrare nell'arco dei prossimi dodici mesi per avvicinarsi nuovamente all'obiettivo di medio termine del 2%.

Maggioranza vede fine fattori temporanei di spinta ai prezzi

Loading...

Secondo il 57% degli operatori, infatti, l'inflazione nel corso del prossimo anno rientrerà gradualmente verso l'obiettivo di medio periodo perché i fattori di comparazione su base annua (come la fine dello sconto sull'Iva introdotto in Germania nel 2020 e terminato lo scorso anno ) scompariranno e i prezzi del greggio non faranno più segnare rialzi stratosferici rispetto ai livelli eccezionalmente bassi del 2020 quando un barile di greggio arrivò a toccare un valore negativo il 37 dollari (20 aprile 2020). Esperti ed economisti scommettono inoltre su una progressiva riduzione dei colli di bottiglia delle catene di approvvigionamento, colli di bottiglia che sono sorti quando alla riapertura delle economie la domanda repressa di consumi non ha trovato una produzione pronta, causa contagi e quarantene, ad assorbire la nuova ondata di ordini.

Il 43% degli operatori sposa l'analisi della Fed

Il rimanente 43% invece appare più vicino alla posizione della Federal Reserve il cui presidente Jerome Powell ha dichiarato di ritenere ormai giunto il momento di togliere la definizione di 'transitoria' alla crescita dell'inflazione. Secondo questo campione, l'inflazione sta ormai passando dal settore energetico al resto dell'economia e nei prossimi mesi si tradurrà anche in un aumento delle retribuzioni che rappresentano la vera cartina di tornasole per distinguere una reale crescita delle pressioni di fondo sui prezzi rispetto a un balzo, per quanto poderoso, limitato nel tempo. Per questa ragione sull'altra sponda dell'Atlantico la banca centrale ha già messo in moto il tapering degli acquisti di asset e si avvia ad alzare i tassi di interesse già nel corso del 2022.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti