ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più26 e 29 novembre 2022

Global Inclusion 2022: dall'esclusione all'inclusione

Cresce finalmente nella società e nelle organizzazioni la sensibilità verso una cultura dell'uguaglianza che valorizzi, anziché sminuire, l'unicità delle persone

4' di lettura

È il trend che emerge dal libro del Sole 24 Ore “Leadership inclusiva”, in edicola da sabato 26 novembre, e dai dati che verranno presentati all'evento “Global Inclusion 2022” promosso dal Comitato Global Inclusion – art. 3 e Il Sole 24 Ore in programma martedì 29 novembre.

Una borsa di studio assegnata da Sole 24 Ore e Comitato Global Inclusion alla migliore tesi di laurea su questa tematica: verrà presenta all'evento.

Loading...

“Senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

Così recita parte dell'Articolo 3 della Costituzione italiana. In Italia l'ecosistema di aziende, associazioni e università “Global Inclusion – Art. 3” dal 2019 si è messo in movimento per la piena realizzazione dei principi di sviluppo civile, economico e sociale della Costituzione italiana centrati sul lavoro e sull'equità.

Eppure, la distanza da colmare tra quello che dice la costituzione e la realtà quotidiana dei fatti in materia di inclusione - nella società e all'interno delle organizzazioni, - è ancora tanta: allo stress vissuto nelle organizzazioni e nei gruppi comunitari dalle persone che non sentono di corrispondere al modello rigido di “persona giusta al posto giusto”, nell'ultimo periodo si è aggiunto un altro macro fattore, quello della guerra e dei nazionalismi, che ricostruiscono le barriere che la globalizzazione voleva abbattere.

Per affrontare queste sfide è necessario creare un ecosistema capace di valorizzare le differenze personali, un'opzione etica a supporto di una strategia efficace per riavviare la crescita.

L’evento

Il Sole 24 Ore ha abbracciato questi temi affiancandosi al Comitato Global Inclusion – art. 3 con cui, anche quest'anno, promuoverà la maratona “Global Inclusion 2022”, organizzata da 24 Ore Eventi, in collaborazione con l'Associazione Italiana per la Direzione del Personale e in programma martedì 29 novembre.

L'appuntamento sarà preceduto dall'uscita in edicola, sabato 26 novembre del libro “Leadership inclusiva”, di Andrea Notarnicola Cociani, consulente di direzione per il cambiamento culturale delle imprese che dirige il Comitato Global Inclusion – Art. 3.

Diversità e unicità valorizzano l’individuo

Il volume pone al centro i temi della valorizzazione delle persone attraverso la diversità e l'unicità di ogni individuo e vuole essere una guida per aiutare il lettore ad acquisire una maggiore consapevolezza dei pregiudizi e degli stereotipi che possono influenzare i propri atteggiamenti nella gestione di una squadra, in azienda come in qualsiasi organizzazione. Attraverso suggerimenti, parole chiave, approfondimenti, spunti di riflessione e prospettive offerte da leader del cambiamento si potranno esplorare le conoscenze e le competenze più utili nell'azione del contrasto a quel modello alfa che distrugge sistematicamente valore considerando ancora l'ansia, la discriminazione e il conformismo fondamenti dell'esercizio di un potere formale. Attraverso un'azione di riconoscimento delle differenze e del principio di equità verrà così sostenuta l'innovazione e la crescita della organizzazione: il lavoro si trasformerà in uno spazio di confronto e si preserveranno le basi che fondano il modello democratico di civiltà e convivenza. Il libro oltre che in edicola è disponibile in libreria e negli store digitali.

La grande sfida del riconoscimento della pluralità nei luoghi di lavoro e nel Paese sarà quindi protagonista della maratona del 29 novembre “Global Inclusion 2022. La ruota della crescita. Imprese, democrazia, libertà”, appuntamento che quest'anno rientra nel programma della terza edizione della 4 Weeks 4 Inclusion, maratona di quattro settimane consecutive all’insegna dell’inclusione, con un ricco programma di eventi digitali.

“Global Inclusion 2022” si terrà a Milano dalle ore 9 alle 17 presso la Sala Fassbinder del Teatro Elfo Puccini ed ha in programma molti interventi delle istituzioni e delle imprese, oltre ad essere previsti contributi internazionali da Brasile, Sudafrica, Cile, Vietnam, Israele, Svezia, Olanda, Ucraina, Iran e Giappone.

Nel corso della maratona i temi toccati spazieranno su numerosi fronti: dalle evoluzioni giuridiche e sociali, come nel caso del doppio cognome, al ruolo giocato dalle imprese nell'ecosistema a sostegno della democrazia, dall'importanza di una leadership inclusiva alle interconnessioni tra evoluzione e inclusione, dal contrasto agli stereotipi alle nuove forme di diversity management, dai vantaggi derivanti per le organizzazione da una cultura fondata sul rispetto all'impatto delle organizzazioni sulla società, attraverso l'implementazione di pratiche inclusive e dell'educazione all'inclusione delle diversità.

I patrocini

L'evento ha ottenuto nel 2020 e nel 2021 la Medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed è organizzato sotto l'alto patrocinio del Parlamento europeo e con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

“Global Inclusion 2022” è organizzato ponendo la massima attenzione all'azzeramento della carbon footprint ed è, infatti, certificato Carbon Neutral.

Main partner dell'evento sono Banco BPM e Generali, official partner Austrade per L'italia, BIP, Lexellent, Hitachi, Prysmian, RINA, TIM. Event Partner è Hera mentre event sponsor è Deloitte.

La maratona sarà anche l'occasione per assegnare a una laureata/laureato che ha scritto nel 2022 la migliore tesi di laurea sul diversity management, equity e inclusion la borsa di studio messa a disposizione dal Comitato Global Inclusion – art. 3 e dal Sole 24 Ore.

L'iniziativa ha l'obiettivo di sostenere la ricerca accademica sull'inclusività in chiave intersezionale, valorizzando l'impegno di studiose e studiosi che, nella redazione della loro tesi di laurea magistrale, abbiano dato prova di adottare prospettive originali sui temi in chiave multidisciplinare rispetto ai modelli di disegno e implementazione delle strategie di diversity management, equity e inclusion nel contesto aziendale.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti