Dall’autocertificazione ai prestiti: come cambia il decreto Liquidità

9/13Politica Economica

Golden power/Acciaio e agroalimentare scudo per l’occupazione

default onloading pic
(3desc - stock.adobe.com)

Fino al 31 dicembre 2020, per i settori agroalimentare e siderurgico, le disposizioni sui poteri speciali dello Stato («golden power»), contenute agli articoli 15, 16 e 17 del decreto, si applicano anche per perseguire l’ulteriore finalità della tutela del mantenimento dei livelli occupazionali e della produttività nel territorio nazionale.

Lo stabilisce un emendamento a prima firma Barbara Saltamartini (Lega) riformulato dai relatori e approvato anche con i voti di una parte della maggioranza. Tra gli altri elementi, gli articoli 15, 16 e 17 estendono l’ambito di applicazione degli obblighi di notifica relativi all’acquisto di partecipazione di controllo di imprese strategiche e di delibere, atti ed operazioni a prescindere dal fatto che ciò avvenga a favore di un soggetto esterno all’Unione europea.

Viene anche stabilito che la presidenza del Consiglio può avviare anche d’ufficio il procedimento ai fini dell’eventuale esercizio dei poteri speciali. L’emendamento approvato, a detta della proponente, la deputata Barbara Saltamartini, è finalizzato in prima battuta a consentire l’eventuale esercizio dei poteri speciali nel caso di acquisizioni nel corso del 2020 di Acciai speciali Terni, per la quale si parla della possibile cessione da parte di ThyssenKrupp.

Carmine Fotina

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti