GUIDA INVERNALE

Gomme da neve e catene, scatta l'obbligo dell'equipaggiamento per la stagione fredda: ecco come scegliere

Dal 15 novembre scatta l'obbligo di avere l'equipaggiamento invernale sulle auto che consiste in gomme termiche o la presenza a bordo delle catene da neve

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Entro il 15 novembre è necessario provvedere al consueto cambio gomme stagionale. Con l'inverno ormai alle porte e la diminuzione delle temperature, è tempo di archiviare l'equipaggiamento estivo e affrontare la stagione più fredda con un kit completo di cerchio e gomme o, nel caso non si percorrano molti chilometri, le catene da neve.

I rimedi che si adottano per affrontare la stagione fredda possono essere due ma con conseguenze molto diverse. Infatti, gli pneumatici termici di tutti i marchi più diffusi in Europa, sono stati sviluppati per avere una performance ottimale anche su fondo bagnato, su neve e ghiaccio, dove l'aderenza viene meno. Questo grazie a diversi fattori, tra cui la mescola morbida e un disegno specifico. Infatti, i motivi per dire sì al cambio delle ruote sono diversi, ma prima di tutto viene certamente la sicurezza su strada. Su fondi viscidi e con le temperature più fredde la soluzione migliore è quella di adottare cerchi con diametro inferiore, che consentono il montaggio di pneumatici più stretti, garantendo così un grip superiore.

Meglio quattro stagioni o invernali?
Abbiamo parlato con degli esperti del settore che ci hanno mostrato le differenze tra degli pneumatici invernali e dei quattro stagione. A livello di disegno le divergenze sono limitate ad alcuni solchi in più per le termiche ma quel che cambia è anche la mescola che nel caso delle termiche resta più morbida e sicura per i percorsi dove l'aderenza è davvero limitata.

Meglio un set invernale e uno estivo
Sostituire il set completo è sinonimo di protezione per pneumatici e cerchi in lega. Quando lo pneumatico viene montato e smontato più volte da una stagione all'altra, si rischia infatti di incorrere in danni alla struttura nel tentativo di farlo aderire perfettamente al cerchio, che può rovinarsi a sua volta.

L'utilizzo del secondo treno è anche un risparmio per l'automobilista in termini di costi d'esercizio, essendo minore il costo degli pneumatici di misura inferiore e senza necessitare di numerose operazioni di montaggio, smontaggio ed equilibratura, anche per i sensori per il controllo della pressione. Quindi, il kit completo e pronto all'uso costituisce per il cliente una corsia preferenziale dal gommista, con risparmio di stress, tempo e denaro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...