Moda outdoor

Gore-tex lancia una membrana hi-tech che promette di essere più sostenibile

Un tessuto impermeabile, antivento e traspirante, ottenuto senza fluorocarburi e destinato a marchi di abbigliamento sportivo come Adidas, Patagonia, Salomon e Reusch

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Anche i produttori di materiali hi-tech, artefici della rivoluzione nel mondo della moda outdoor, cominciano a guardare alla sostenibilità, pur con le difficoltà legate all'utilizzo massiccio di fibre sintetiche.

L'innovazione è spinta da colossi come Gore-tex, che ora lancia una membrana microporosa, sottile e resistente, formata da polietilene espanso (ePE) combinato con poliuretano, e destinata all'imbottitura di capi d'abbigliamento, scarpe e guanti da sci. Il polietilene microporoso esisteva da tempo sul mercato, ma la sfida è stata di “espanderlo” e renderlo durevole. Il risultato è una membrana hi-tech impermeabile, antivento, traspirante, che non contiene fluorocarburi (Pfc free) e, secondo quanto dichiarato dal gruppo americano, è più sostenibile rispetto a quelle utilizzate finora in politetrafluoroetilene espanso (ePTFE), l'invenzione che nel 1969 ha aperto la strada ad applicazioni innovative e fatto la fortuna di Gore-Tex.

Loading...

Maggiore resistenza, minore consumo

La sostenibilità della nuova membrana è legata al fatto che dura più a lungo, e quindi evita che i capi debbano essere ricomprati spesso; è utilizzata in quantità inferiori al passato; riduce le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, «come constatato dall'indice di sostenibilità dei materiali Higg della Sustainable Apparel Coalition» afferma l'azienda senza però indicare l'entità del miglioramento raggiunto. In ogni caso, le performance in termini di sostenibilità ambientale dipenderanno (anche) dai tessuti interni ed esterni ai quali la membrana sarà accoppiata per formare un laminato Gore-tex, a seconda delle richieste dei vari marchi.

Il debutto nel prossimo autunno

La nuova membrana ePE sarà utilizzata a partire dalle collezioni autunno-inverno 2022 e verrà adottata da tutte le attività consumer della divisione Fabrics del gruppo Gore.

Marchi come Adidas, Patagonia, Salomon e Reusch la stanno inserendo nei guanti per gli sport invernali. «Il lancio della membrana ePE è una nuova dimostrazione dei progressi di Gore nel percorso di sostenibilità degli ultimi 35 anni», afferma l'azienda americana sottolineando che il prodotto sarà certificato Standard 100 da Oeko-Tex. «L'ePE è un'estensione naturale della nostra storia – spiega Matt Decker, global technical & innovation leader per i tessuti di consumo di Gore & Associates – ed è legata al nostro heritage ma, allo stesso tempo, ci sta aiutando ad andare con coraggio verso il futuro del marchio Gore-tex».

Gli obiettivi di sostenibilità Gore-tex al 2023

Proprio per delineare questo futuro la divisione Gore Fabrics si è data una serie di obiettivi di sostenibilità riassunti nel “Sustainability Framework”, tra i quali l'eliminazione entro il 2023 dei Pfc di rilevanza ambientale dal ciclo di vita dei prodotti, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, la riduzione dell'impatto ambientale delle sue fabbriche.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti