monferrato

Govone, magico paese di Natale premiato dall’Unione europea

Lo scorso anno l’impatto economico dell'iniziativa è stato pari a 28 milioni

di Filomena Greco


2' di lettura

Ha alle spalle dodici edizioni ed è l’unica destinazione natalizia italiana inserita nella rosa dei venti European Best Christmas Market 2019.

Il Magico Paese di Natale torna anche quest’anno a partire da domani, 16 novembre a Govone, nel cuore del Monferrato, per conquistare materialmente l’intero borgo, castello compreso. Quattro week end tematici, con apertura dalle 10 alle 19 e la possibilità di visitare l’allestimento che comprende la Casa di Babbo Natale, il mercatino, la Case degli Elfi. In totale 600 metri quadri e cinque sale, un percorso realizzato all’interno del Castello, racconta Pier Paolo Guelfo, direttore del Magico Paese di Natale di Govone che ripercorre le tappe principali di questo «appuntamento culturale» che ha conquistato grande visibilità in Europa. «L’iniziativa – dice Guelfo – è nata come una risposta agli operatori del territorio che vedevano crollare il flusso turistico dopo la Fiera del tartufo e la stagione autunnale». E così è nata l’idea di un borgo che accogliesse per quattro week end un evento dedicato al Natale che nel corso degli anni si è arricchito. Con la mostra dei presepi, ad esempio, e la proposta del mercatino. «Dall’Europa è arrivato un riconoscimento straordinario, siamo partiti in punta di piedi e ggi rappresentiamo l’Italia in questo contest europeo» aggiunge Guelfo. Il mercato del Magico Paese di Govone è in corsa con altri 20 eventi per diventare il mercatino di Natale più bello d’Europa, votazioni online dal 29 novembre.

Si tratta di prodotto fatto su misura per le famiglie, ma che esalta i punti di forza del territorio, a cominciare dall’enogastronomia e dalla presenza di una ristoriazione stellata che quest’anno per la prima volta parteciperanno al Festival del cibo. Il percorso tematico messo a punto per la nuova edizione del Magico paese di Natale ruota intorno all’opera di Frank Baum, «Vita e avventure di Babbo Natale», in particolare intorno alla figura di Rudolph, l’alce con il naso rosso. Il percorso di visita dell’allestimento, spiega Guelfo, si arricchisce di un musical itinerante. Quanto al mercatino, invece, si tratta di una proposta molto particolare, che quest’anno conta 117 chalet su 45mila mq di area. L’associazione culturale Generazione, che organizza l’evento, ha selezionato i partecipanti in base ad un bando e tutti gli espositori sono artigiani o produttori. L’anno scorso il borgo è stato visitato nel periodo natalizio da 200mila persone , con un impatto stimato pari a 27-28 milioni considerando pernottamenti, acquisti al mercatino e ristoriazione. L’accesso al borgo è gratuito ma sul sito è possibile acquistare i biglietti per lo spettacolo – prenotando giorno e fascia oraria – oltre a pacchetti tematici. Compresa la “Cena stellata con Babbo Natale” che sarà la sorpresa di questa edizione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...