emergenza covid

Graded, dalla crisi la spinta ad accelerare su tecnologie e sostenibilità

La collaborazione con Open Fiber consente all’azienda napoletana di implementare controllo dei cantieri da remoto, smart working e risparmio di Co2

di Vera Viola

default onloading pic
(AdobeStock)

La collaborazione con Open Fiber consente all’azienda napoletana di implementare controllo dei cantieri da remoto, smart working e risparmio di Co2


3' di lettura

La collaborazione tre Graded e Open Fiber consente un salto tecnologico importante nella fase dell’emergenza per Coronavirus. L’installazione della fibra ottica integrale FTTH ha consentito infatti all’azienda di Vito Grassi, presidente di Confindustria Campania e di Unione industriali Napoli, di rafforzare i progetti di monitoraggio da remoto, l’uso dell’Internet of Things e della realtà aumentata. Mentre si è fatto massiccio ricorso allo smart working.

Velocità e stabilità delle connessioni
La società partenopea, attiva da oltre 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione e gestione di impianti di produzione di energia ad alta efficienza, si è affidata a Open Fiber per dare una spinta tecnologica ai propri processi. Le misure restrittive imposte dall’attuale emergenza sanitaria, col massiccio ricorso allo smart working da parte di tutti i dipendenti, si sono peraltro tradotte anche in importanti benefici dal punto di vista ambientale: in basta pensare che in un solo mese, il lavoro agile messo in campo dalle donne e dagli uomini di Graded ha portato a una riduzione di circa 35 tonnellate di CO2 emesse nell’aria. Un risultato reso possibile anche e soprattutto grazie alla velocità e alla stabilità delle connessioni garantite dall’accesso al web interamente in fibra ottica di Open Fiber, sistema che ha consentito la piena operatività della società partenopea senza rallentamenti o saturazioni di linea.

Loading...

Grassi: « Pensiamo a una nuova organizzazione del lavoro»
«Le grandi sfide ambientali e sociali che ci troviamo ad affrontare – spiega Vito Grassi, amministratore delegato di Graded – richiedono un profondo ripensamento del nostro modello di sviluppo e una nuova cultura organizzativa del lavoro. Un processo avviato già da alcuni anni e che sarà destinato ad accelerare dopo questo tsunami che ha investito l’economia globale: la sostenibilità dovrà diventare sempre più un obbligo per le imprese, lo specchio di una rinnovata mentalità e sensibilità del management, chiamato a ottimizzare processi e prodotti per ridurne al minimo l’”impronta ambientale». Obiettivo che rappresenta da sempre la mission di Graded, perseguito attraverso una serie di azioni rese possibili dalla trasformazione digitale. Non solo smart working dunque, avviato già da qualche tempo, con tecnici e ingegneri connessi da remoto dai cantieri in Italia e all’estero dove Graded provvede alla realizzazione o alla manutenzione di impianti. Ma soprattutto ricerca continua di nuovi soluzioni tecnologiche finalizzate a incrementare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili (dal solare alle biomasse, dalla cogenerazione alla geotermia), che rappresentano i principali pilastri della transizione energetica. «Abbiamo promosso la transizione alla mobilità green nel 2017 per l’intero Parco auto, mettendo in cantiere anche nuovi progetti che prevedono esperimenti di “Isole a impatto zer0” con un risparmio potenziale di circa 12.000 kg di C02 l’anno».

Ripa (Open Fiber): «Impegnati al massimo su nuove esigenze»
“Sviluppo digitale, sicurezza e sostenibilità sono le tre leve principali della nostra mission – sottolinea Elisabetta Ripa, amministratore delegato di Open Fiber – a maggior ragione in un momento delicato e complesso come quello che tutto il Paese sta attraversando. Fin dall’avvio dell'emergenza in atto abbiamo intensificato gli sforzi necessari ad affiancare cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni nell'irrinunciabile processo di crescita tecnologica che Open Fiber s'è prefissata di percorrere fin dalla sua costituzione. Anche nei termini di una consapevole e profonda incentivazione dello smart working, forma di lavoro che può esprimere al meglio le sue potenzialità solo attraverso reti di telecomunicazione all'avanguardia».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti