CRISI DI GOVERNO

Grandi manovre nel centro-destra per un’alleanza prima del voto

Nel centro-destra sono in corso grandi manovre per presentare un fronte unito prima del voto


default onloading pic

1' di lettura

Mentre il Pd si divide tra i renziani che chiedono un governo istituzionale per disinnescare l’aumento dell’Iva e Zingaretti che finora ha tenuto la barra diritta chiedendo di andare alle urne subito, nel centro-destra sono in corso grandi manovre per presentare un fronte unito prima del voto. A questo obiettivo lavora soprattutto Forza Italia, ma l’ipotesi di un patto a tre Lega-Fi-Fdi potrebbe convenire anche a Salvini perché piacerebbe di più ai mercati e all’Europa e potrebbe contribuire ad allentare le tensioni sullo spread.

GUARDA L’ANDAMENTO DEI MERCATI

In questo senso vanno le dichiarazioni dell’ex presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani. Forza Italia, ha detto, è «per andare subito al voto, ma con un accordo ben definito prima nel centrodestra».
Il vice presidente di Forza Italia, in un'intervista al Messaggero, aggiunge che come partito «abbiamo un percorso politico ben definito, al quale stiamo lavorando da oltre un anno e che deve portare alla caduta del governo giallo-verde. L'obiettivo è dare al Paese, dopo le elezioni, un governo di centrodestra».

ANALISI / I 4 scenari per uscire dalla crisi

Tajani chiarisce che «vogliamo un accordo politico, che sia prima di tutto chiaro e ben definito, nel centrodestra. E deve essere siglato prima del voto. Deve esserci pari dignità, con l'indicazione precisa della ripartizione dei collegi». «Vedo che si va verso un vertice con Salvini, Berlusconi e la Meloni. Mi pare importante, mi auguro si vada nella direzione da sempre auspicata da Forza Italia».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...