ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTurismo

Grazie alla neve programmata al via la stagione sciistica

Mancano le abbondanti precipitazioni ma gli appassionati riempiono le destinazioni turistiche dell’arco alpino

di Enrico Netti

(miladrumeva - stock.adobe.com)

2' di lettura

Grazie alle ultime nevicate e la neve programmata la stagione sciistica sembra essere partita sotto i migliori auspici. Tutto esaurito in val di Sole, in Trentino, complici le ultime nevicate e il ponte dell’Immacolata. Così migliaia di appassionati hanno preso d’assalto il comprensorio dove tra le altre cose è stato inaugurato “Folgarilandia”, un vero e proprio baby park posizionato direttamente sulle piste da sci in località Malghet Aut, all’arrivo delle due telecabine principali Folgarida e Belvedere. A Folgarida Marilleva, il meteo favorevole e l’innovativo sistema per l’innevamento programmato hanno permesso ai gatti delle nevi di lavorare alacremente giorno e notte. Risultato: manto perfetto lungo i 150 chilometri di piste dell’area che unisce le due località della val di Sole con Madonna di Campiglio e Pinzolo. Lo scarso innevamento fa slittare, a decidere è il consorzio Dolomiti Superski, al 22 dicembre l’apertura delle tre funivie che portano al ghiacciaio Marmolada. Sono attivi invece gli impianti del Falzarego e del 5 Torri nel comprensorio di Cortina. Insomma gli appassionati non mancano nonostante gli aumenti (+10%) degli skipass mentre per i pernottamenti in hotel si parla di rincari nell’ordine del 15 - 20%.

Le previsioni del tempo per le prossime ore lasciano sperare in altre nevicate per questa notte. Nel comprensorio della ViaLattea, in Piemonte, è previsto l’arrivo di una perturbazione che porterà neve ma finora la maggiore parte degli impianti è chiuso. A Sestriere si lavora in vista della tappa della Coppa del Mondo di sabato e domenica con lo slalom gigante e lo slalom speciale. «La pista Kandahar G.A. Agnelli sede di gara è preparata e presenta una condizione ottimale - dice Peter Gerdol, FIS Chief Race Director World Cup Women -. Il fondo è molto buono, duro ma elastico, quindi ideale per fare le gare in programma. Nella notte è prevista una nevicata, una delle poche variabili non gestibili quando si tratta di eventi outdoor. La nevicata dovrebbe esaurirsi nella mattinata di domani, venerdì 9 dicembre, pertanto abbiamo tutto il tempo per preparare la pista in modo adeguato per le gare del fine settimana». Continuano a restare chiusi gli impianti in un discreto numero di località dell’arco alpino, in particolare in Friuli, e quelli delle stazioni montane sugli Appennini.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti