ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùdopo il voto

Grecia, maxi-rally sui mercati: ecco i titoli che hanno fatto +300%

Rendimenti e spread dei bond greci ai minimi storici dopo la vittoria del centro-destra ma è da mesi che il mercato azionario e obbligazionario greco sta mettendo a segno performance da record. Ecco perché e quali sono i titoli che hanno guadagnato di più.

di Andrea Franceschi


default onloading pic

2' di lettura

Tassi e spread dei titoli di Stato greci ai minimi storici dopo la vittoria del centro-destra di Mitsotakis alle elezioni. Il rendimento del titolo decennale è sceso di 14 punti aggiornando un nuovo minimo storico all’1,98 per cento. In netto calo anche lo spread con i Bund tedeschi. Rally anche per i titoli a 5 anni il cui rendimento è sceso sotto la soglia dell’1 per cento. Sotto il livello dei corrispondenti BTp italiani.

La conferma delle aspettative sul voto ha dato una notevole spinta ai titoli greci sui mercati che da tempo stanno facendo registrare performance brillanti. Il rendimento del titolo decennale greco, che negli ultimi mesi dello scorso anno viaggiava ancora oltre il 5%, si è più che dimezzato e oggi non è troppo distante da quello dei BTp italiani. I cds sul debito greco, che misurano il costo che il mercato sostiene per assicurarsi sul rischio default di Atene, sono crollati. Valevano 457 punti base a inizio anno oggi solo 235.

La Borsa di Atene da inizio anno ha guadagnato oltre 45% da inizio anno. Nessun altra piazza al mondo ha messo a segno guadagni tanto sostenuti. Chi a inizio anno ha investito in azioni della Pireus Bank, quarta banca per capitalizzazione, oggi si trova un capitale rivalutato del 285 per cento. Chi ha puntato sulla piccola Attica Bank (appena 219 milioni di capitalizzazione) ha guadagnato il 326 per cento. Anche altri istituti di credito di maggiori dimensioni hanno registrato notevoli performance in Borsa: le azioni della National Bank of Greece (terza banca del Paese che capitalizza 2,268 miliardi di euro) ad esempio sono salite del 125% da inizio anno mentre Eurobank Ergasias e Alpha Bank, rispettivamente prima e seconda banca del listino, hanno guadagnato il 64 e il 67% da inizio anno.

GRECIA E ITALIA A CONFRONTO

Tassi a 10 anni dei bond governativi di Italia e Grecia. Dati in percentuale (Fonte: S&P Market Intelligence)

Secondo Cullen Thompson, capo degli investimenti di Bienville Capital che ha investito nel mercato azionario greco, la vittoria del centro-destra alle elezioni segnerà «l’avvio di una nuova era di normalizzazione economica» per un Paese che per molti anni è stato la cenerentola d’Europa per via della violenta crisi che lo ha travolto. Altri osservatori sono più cauti. Gli analisti di Bank of America Merrill Lynch ad esempio fanno notare che restano ancora diversi nodi da sciogliere: la conferma dei target fiscali, l’implementazione delle riforme strutturali e il risanamento del settore bancario su tutti.

C’è ancora molta strada da fare quindi e la Borsa, nonostante il rally di quest’anno, ha recuperato solo la metà delle perdite pesenti registrate dopo il 2014. Ma le prospettive economiche sono comunque positive. Gli indici di fiducia indicano che l’economia è in espansione e il Pil dovrebbe crescere dell’1,9% quest’anno e del 2,1% nel 2020. Le preoccupazioni riguardo l’enorme debito pubblico (180% del Pil) poi sembrano sembrano essere meno stringenti nella prospettiva di una nuova tornata di stimoli monetari da parte della Bce. Il clima di maggior propensione al rischio ha favorito quest’anno la prima emissione di un bond decennale dallo scoppio della crisi. La fiducia degli investitori insomma sta tornando e questo dovrebbe favorire la ripresa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...