Le regole per l’estero

Green pass, ecco il vademecum per le famiglie in viaggio in Europa

Dal 1° luglio le regole nella Ue sono destinate ad uniformarsi, ma fino a quella data i Paesi europei si muovono ancora in ordine sparso

di Marzio Bartoloni e Andrea Gagliardi

(7146)

3' di lettura

Chi vuole organizzare quest’estate un viaggio all’estero, prima di acquistare un biglietto aereo è bene che si informi con attenzione su certificati, quarantene ed eventuali restrizioni adottate nel Paese in cui si vuole recare. Con una buona notizia. In tutti i paesi dell’Unione europea a partire dal 1° luglio sarà in vigore il green pass (certificato digitale Covid dell’Ue) che consente di spostarsi liberamente senza quarantene, contribuendo così al graduale ripristino della libertà di circolazione in Europa. Il certificato sarà rilasciato dalle autorità nazionali gratuitamente, in formato digitale o cartaceo e riporterà un codice Qr che consentirà di verificarne l’autenticità in tutta Europa. E sarà rilasciato a chi è stato vaccinato (è valido dopo la seconda dose, se richiesta), a chi è guarito dal Covid-19 e a chi si sottopone a un test (molecolare o rapido) che risulta negativo.

Regole uniformi nella Ue dal 1° luglio

Se dal 1° luglio le regole nella Ue sono destinate ad uniformarsi, fino a quella data i Paesi europei si muovono ancora in ordine sparso. Le informazioni più aggiornate sui requisiti richiesti dai singoli Paesi europei sono consultabili su questo sito Reopen Ue. Per entrare in Italia da un Paese Ue serve ancora un test molecolare o antigenico negativo prima della partenza, effettuato entro 48 ore prima dell’arrivo. Dal 9 giugno tutti i cittadini dei paesi Ue vaccinati contro il Covid-19 - con la seconda dose somministrata da almeno due settimane - possono invece entrare in Francia senza bisogno del tampone molecolare o antigenico. Lo stesso vale per chi si reca in Spagna o in Germania (che accettano sia il tampone molecolare che quello rapido) e che chiedono entrambe un documento che provi la vaccinazione completa da 14 giorni o la guarigione dal Covid.

Loading...

Le regole per i minori

Le regole per i minori sono destinate a essere uniformate nella Ue a partire dal 1 °luglio con l’entrata in vigore del green pass Ue. I bambini sotto i 6 anni di età saranno esentati anche dai test: mentre quelli dai 6 anni in su, però, dovranno sottoporsi a tampone per ottenere il pass. Finora invece le regole variano da Paese a Paese. Per entrare in Francia , ad esempio, sono esentati bambini sotto i 11 anni sono esentati. Per l’Italia sono esentati i bambini sotto due anni, per la Spagna quelli sotto i sei.

Green pass valido in Italia con prima dose

Se ottenere il Pass sarà un diritto, il suo utilizzo potrà però variare in qualche misura da Stato a Stato. Ogni Paese è infatti libero di riconoscere e rilasciare il Pass anche dopo la prima dose, ma ogni Stato può decidere di comportarsi come crede, in questo caso: quindi, per esempio, l’Italia può rilasciare il Pass dopo la prima dose (come ha deciso di fare), ma la Francia è libera di non riconoscerlo e di o un ciclo vaccinale completo o un test. Se l’Italia accetta una prova di vaccinazione per rimuovere le restrizioni all’interno dopo la prima dose, allora deve accettare anche i pass Ue per i vaccini rilasciati da un altro Paese alle stesse condizioni. La Croazia ad esempio riconosce la validità del green pass anche 22 giorni dopo la somministrazione della prima dose.

I certificati verdi validi anche a livello Ue saranno rilasciati in Italia dalla «piattaforma nazionale digital green». I green pass potranno essere scaricati sul proprio telefono o stampati dai cittadini attraverso vari canali: dal sito web dedicato, al «Fascicolo Sanitario Elettronico»; dall' app Immuni all'app Io (anche se è finita nel mirino del Garante della privacy) fino al sistema tessera sanitaria ma in questo ultimo caso a rilasciare il certificato verde ai cittadini saranno «medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacisti e altri medici delle aziende sanitarie».

I requisiti per viaggiare nei Paesi extra Ue

Per i requisiti richiesti per viaggiare nei Paesi extra Ue conviene consultare il sito viaggiare sicuri del ministero degli Esteri. Per entrare nel Regno Unito non serve infatti il green pass. Il governo britannico richiede ai viaggiatori in arrivo di presentare il risultato negativo di un tampone COVID-19 effettuato nei tre giorni precedenti al giorno della partenza; compilare un formulario online (“travel locator form”) nei due giorni precedenti il giorno della partenza; osservare un isolamento cautelare di durata ordinaria di 10 giorni e sottoporsi a tamponi di controllo dopo l'arrivo nel Regno Unito. Negli Stati Uniti invece vige ancora il divieto di ingresso dai Paesi dell’area Schengen, Italia compresa. Sono previste solo alcune eccezioni per i cittadini statunitensi e residenti permanenti o loro familiari, titolari di visto diplomatico ecc. Le eccezioni interessano anche i titolari o i richiedenti determinate tipologie di visto, che potranno rientrare nella categoria di ingressi definita dalle autorità locali «di interesse nazionale».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter




Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti