cantieristica

Grimaldi, ecco la «seconda vita» del traghetto Cruise Roma allungato da Fincantieri

di Celestina Dominelli


Grimaldi, ecco la “seconda vita” di Cruise Roma

2' di lettura

Comincia dal porto di Barcellona la “seconda vita” della nuova Cruise Roma, la prima nave del Mediterraneo, targata Grimaldi, con zero emissioni in porto. Il traghetto è stato recentemente sottoposto a lavori di allungamento e restyling presso il cantiere Fincantieri di Palermo e ora tornerà operativo sulla tratta Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona. Già prima dell’allungamento realizzato dal gruppo cantieristico guidato da Giuseppe Bono, la Cruise Roma, nave ammiraglia di Grimaldi, era tra i traghetti più grandi al mondo per il trasporto di merci e passeggeri.

GUARDA IL VIDEO - Grimaldi, ecco la “seconda vita” di Cruise Roma. Immagini di Grimaldi Lines.

Fincantieri: ecco le tappe dell’allungamento di una nave al cantiere di Palermo

Più cabine e comfort per i passeggeri
La Cruise Roma è stata costruita insieme alla Cruise Barcelona da Fincantieri nel cantiere di Castellammare di Stabia (Napoli) e consegnate all’azienda partenopea rispettivamente nel 2007 e nel 2008. Grazie al troncone di allungamento, della lunghezza di circa 29 metri, sono stati aggiunti 660 metri lineari per merci pesanti in più, 80 posti letto in 20 nuove cabine passeggeri, quattro sale poltrone dalla capacità complessiva di 450 posti e un nuovo ristorante «Family self-service», che ha circa 270 posti a sedere. Sono stati poi effettuati anche lavori di rinnovamento delle aree pubbliche esistenti, inclusa la creazione di un ristorante tematico.

L’identikit dopo l’allungamento
Al termine del progetto di allungamento, curato dalla divisione Ship Repair and Conversion di Fincantieri, l’unità è ora lunga circa 254 metri, con una stazza di circa 63.000 tonnellate, è in grado di ospitare 3.500 persone e include 3mila metri quadrati di ponte auto (corrispondenti a una capacità di 271 automobili) e oltre 3.700 metri lineari destinati ai mezzi pesanti. Sotto il profilo tecnologico, poi, come detto, sono state adottate soluzioni d’avanguardia per la riduzione dell’impatto ambientale e al risparmio energetico.

GUARDA LA GALLERY - Tutte le navi costruite da Fincantieri

Una nave con zero emissioni in porto
In particolare, sono stati installati dei sistemi particolari per la depurazione dei gas di scarico al fine di abbattere le emissioni di zolfo e ridurre il particolato dell'80%. La nave è poi stata dotata di un impianto di mega batterie a litio della capacità di oltre 5 megawattora per alimentarla durante le soste nei porti senza la necessità di mettere in funzione i diesel-generatori in modo da consentire l’obiettivo promosso da Grimaldi delle zero emissioni in porto.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...