ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùInfrastrutture

Gronda di Genova, firmato il protocollo d’intesa: «lotto zero» al via entro l’anno

Il documento sottoscritto in Prefettura da ministero deli Trasporti ed enti locali coinvolti nell’opera finanziata da Aspi

Gronda, Giovannini: iter è in corso, c'è l'impegno a procedere

2' di lettura

Firmato il protocollo d’intesa per la realizzazione della Gronda di Genova, il raddoppiamenro dell’autostrada A10, nel tratto interessato dal crollo del ponte Morandi, attraverso una serie di gallerie e viadotti. Aspi definisce l’intervento il più grande scavo d’Europa. L’intesa è stata firmata da Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, Marco Bucci, sindaco della Città Metropolitana di Genova, Paolo Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e Roberto Tomasi, ad di Autostrade per l’Italia che finanzierà completamente l’opera dal valore di 4,6 miliardi di euro. Presenti alla cerimonia della firma, tra gli altri, il viceministro alle infrastrutture Edoardo Rixi, il prefetto di Genova Renato Franceschelli e l’ad di Ferrovie Luigi Ferraris

Salvini: sconfiggere professionisti del no

«Aprire un cantiere per me significa creare lavoro, la mission che ci siamo dati nel mio ministero per i prossimi 5 anni è abbattere muri, costruire ponti e sconfiggere i professionisti del no, l’Italia non si può permettere di essere loro ostaggio, anche nella stesura del nuovo Codice degli appalti terremo conto di questo, e' giusto ascoltare e coinvolgere tutti, il dibattito pubblico ma ad un certo punto occorre prendersi l'onere e l'onore di decidere» ha detto il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini. «Non è possibile che un tribunale amministrativo blocchi un paese, che ci siano ricorsi e contro ricorsi, e più che gli ingegneri qualcuno faccia lavorare gli avvocati», ha aggiunto.

Loading...

In mattinata il ministro ha visitato i cantieri del Terzo Valico, l’alta velocità ferroviaria Genova-Milano, in occasione della celebrazione di Santa Barbara protettrice dei minatori. «È la giornata più emozionante in questi primi 43 giorni al ministero. Il Terzo Valico non è solo un’infrastruttura, è un’opera d’arte divina e umana, una scultura, un altro miracolo dell’ingegneria italiana» ha detto Salvini.

Via al lotto zero entro l’anno

Dopo la firma del protocollo d’intesa, ha spiegato alcuni giorni fa il viceministro delle Infrastrutture Edoardo Rixi, l’intenzione del governo è far partire prima della fine dell’anno il “lotto zero” che include l’allestimento del cantiere e la struttura per trasportare il materiale di risulta da Bolzaneto al canale di calma dell’aeroporto di Genova, attraverso il Polcevera. «Entro 40 giorni dovrà esprimersi il Consiglio superiore dei lavori pubblici per avviare il lotto 1, lo scavo del tunnel partirà in contemporanea da Bolzaneto e Vesima».

Toti: Governo cambi passo rispetto a precedente

«Per noi la Gronda è un’opera fondamentale e deve partire quanto prima. Mi auguro che il nuovo governo rispetto a quello che è successo fino a oggi cambi davvero passo, e il fatto che oggi sia qui il ministro Salvini credo sia di buon auspicio» ha detto il governatore ligure Giovanni Toti

Tomasi: motore sviluppo del sistema-Paese

La Gronda è «un’opera strategica per cui saranno utilizzate tecniche realizzative e soluzioni ingegneristiche all’avanguardia, in un contesto unico in ambito nazionale e internazionale. È un’infrastruttura che sarà motore dello sviluppo del sistema-Paese e la mobilità nazionale, rafforzando la logistica territoriale con effetti positivi per l’economia italiana» ha detto l’ad di Autostrade per l’Italia Tomasi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti