La nuova gamma i

Gruppo Bmw accelera sulla elettrificazione

di Massimo Mambretti

Bavarese alla spina. La Bmw i4 è la nuova sportiva elettrica della casa tedesca, sarà in vendita dopo l’estate. La gamma a ioni di litio del gruppo di Monaco comprende la i3, il suv iX3 e la Mini elettrica Cooper SE. Tra i modelli in arrivo il crossover Mini Countryman

2' di lettura

Il gruppo Bmw ridefinisce ancora la tempistica della road-map dell’elettrificazione, alzando per l’ennesima volta l’asticella riguardante l’introduzione di nuove vetture a batteria e gli obiettivi di vendita del category brand “i”. Il nuovo target prevede una gamma elettrica di tredici modelli entro il 2023 e una crescita annuale entro il 2025 del 50% delle vendite di auto a batteria, tra elettriche pure e ibride plug-in.

A dare energia a questa strategia provvedono il suv iX e la coupé a quattro porte i4 che saranno commercializzate dopo l’estate, con mesi d’anticipo rispetto al previsto, affiancandosi alle tre elettriche già in vendita: le Bmw i3 e iX3 e la Mini Cooper Se. Nei prossimi due anni versioni elettriche entreranno anche nelle famiglie della serie 5, della serie 7 e della X1, nonché della futura Mini Countryman. Tra l’altro, il brand inglese dal 2025 lancerà solo modelli full-electric per arrivare, nel 2030, a non vendere più nessuna auto con motore convenzionale. Quindi, prima della fine di questo decennio contribuirà all’obiettivo del gruppo bavarese di commercializzare dieci milioni di auto a batteria. Intanto, la gamma “i” prende forma proponendo un’articolazione dell’offerta basata sui filoni principali dell’attuale Dna Bmw: ovvero le ruote alte e la sportività.

Loading...

Il capostipite di tutte le nuove Bmw elettriche è il suv iX, in vendita nelle varianti xDrive40 e 50 con potenze di 300 e 500 cavalli a prezzi che partono da 77.000 euro. L’iX è anche il manifesto tecnologico della nuova era della casa bavarese. Infatti, non introduce solo innovazioni riguardanti l’elettrificazione e i relativi processi produttivi, ma anche novità che si riverseranno sulle prossime Bmw non estesamente elettrificate. Per esempio, il design basato sull'integrazione tra forma e funzione, la guida semi-autonoma di livello 3 e l'ottava generazione del sistema operativo Bmw, che porta in dote la première del G5. L’upgrading della digitalizzazione e della connettività porta anche al debutto dentro gli abitacoli unwidescreen curvo con risoluzione a 200 ppi ed estesamente configurabile formato da un display da 12,3” per la strumentazione, da uno da 14,9” per l’infotainment e da uno da 2,5” per la climatizzazione.

Ovviamente, le innovazioni presentate dall'iX si ritroveranno anche sulla i4, che concettualmente si inserisce nel filone delle Bmw GranCoupé. In particolare con la versione top di gamma svelata al salone di Shanghai: la M Performance da 530 cavalli.

Quali sarano le altre componenti della famiglia non si sa ancora, ma è stato anticipato che alcune avranno anch’esse due motori elettrici e la trazione integrale e che una variante promette un’autonomia di 590 chilometri.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti