ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEccellenze

Gruppo Florence si espande ancora: rilevato il Ricamificio Gs

Per il polo di produttori-terzisti a servizio del fashion luxury, costruito e controllato da Vam Investments con Fondo Italiano d’investimento e Italmobiliare, si tratta della 22esima acquisizione in poco più di due anni

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Per dare valore aggiunto ai capi d’abbigliamento di lusso servono lavorazioni speciali che mescolano tecniche e manualità. Assicurarsi questo “saper fare”, che in Italia oggi è rimasto in mano a poche aziende, è diventata la nuova missione della moda d’alta gamma, come dimostra (anche) l’ultima operazione messa a segno dal Gruppo Florence.

Il polo di produttori-terzisti a servizio del fashion luxury, costruito e controllato da Vam Investments con Fondo Italiano d’investimento e Italmobiliare, ha messo a segno la 22esima acquisizione in poco più di due anni: si tratta del Ricamificio Gs, azienda abruzzese della famiglia Galiffa fondata nel 1988, che nel 2022 ha fatturato 16 milioni di euro con 114 dipendenti nei due stabilimenti di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo). Gs è uno dei principali ricamifici italiani su tessuti, ha fatto forti investimenti tecnologici (laser per realizzare ricami con intagli, macchina inkjet con coloranti a pigmento per stampare su tutti i tessuti) e serve molti marchi dell’alta moda.

Loading...

«Grazie al suo personale altamente specializzato e ai macchinari di ultima generazione – afferma un comunicato - Ricamificio Gs è oggi riconosciuta quale realtà produttiva in grado di soddisfare qualsiasi esigenza dei clienti di Gruppo Florence», cioè di una cinquantina di brand internazionali, tutti i più conosciuti.

Gruppo Florence, presieduto da Francesco Trapani e guidato dall'amministratore delegato Attila Kiss, conta oggi 22 aziende con un giro d'affari di oltre 500 milioni di euro, un margine operativo lordo del 18% e 2.300 dipendenti in dodici regioni. Ricamificio Gs è la seconda azienda di lavorazioni speciali che entra a far parte del gruppo dopo la toscana Officina Ciemmeci specializzata in lavaggi, tinture e trattamenti manuali su tessuto e pelle.

«Il progetto di Gruppo Florence continua ad attrarre realtà produttive che eccellono in lavorazioni uniche per maestria e innovazione – afferma Francesco Trapani, presidente di Gruppo Florence – e che rendono il Made in Italy il prodotto sempre più ricercato dai brand del lusso a livello globale». Quei brand che, secondo Attila Kiss, ricercano «i piccoli capolavori del Ricamificio Gs, frutto di ricerca sulle lavorazioni e innovative capacità tecnologiche». Per la famiglia Galiffa entrare a far parte di Gruppo Florence significa «un importante passo di ulteriore sviluppo, soprattutto a livello di organizzazione manageriale».

La strategia di Gruppo Florence punta a crescere ancora, in attesa della quotazione in Borsa che per adesso resta in standby a causa delle turbolenze del mercato finanziario. L’obiettivo già annunciato è di salire a 700-800 milioni di fatturato con più di 30 aziende entro il 2023.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti