Enologia

Gruppo Unipol: dieci milioni per spingere le produzioni vinicole toscane

L’ultima operazione è la cantina logistica “Le Cerraie” a Montepulciano inaugurata il 5 aprile: centro di imbottigliamento e stoccaggio all’avanguardia

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Il vino diventa un settore di sviluppo anche per il Gruppo Unipol, entrato nel business per caso, con l’acquisizione di Fondiaria che ha portato in dote Sai-Agricola e le sue cinque tenute, e ora è impegnato a investire per crescere. L’ultima operazione è la cantina logistica ‘Le Cerraie’ a Montepulciano (Siena), inaugurata il 5 aprile alla presenza di istituzioni locali e nazionali: 4.000 metri quadrati ad alta sostenibilità ambientale, costruiti al posto di un grande pollaio ex-Sai, che ospitano linee di imbottigliamento, etichettatura, affinamento e stoccaggio delle bottiglie di gran parte delle tenute del gruppo, riunite nella società Tenute del Cerro: Fattoria del Cerro a Montepulciano, La Poderina a Montalcino, Colpetrone a Montefalco, Monterufoli in provincia di Pisa (più l’umbra Montecorona che fa cereali e tabacco), per un totale di 300 ettari vitati e 1,6 milioni di bottiglie prodotte all'anno.

Lo sviluppo del business

L’investimento per costruire la cantina logistica è stato di 10 milioni di euro.«Ora abbiamo un centro di imbottigliamento e stoccaggio all'avanguardia – spiega Gian Luca Santi, Business development and Corporate communication general manager del Gruppo Unipol – che ci consente di pensare in grande al futuro: ora qui potremo lavorare vino anche per terzi e pensare allo sviluppo del business. La società oggi è risanata: nel 2013 Tenute del Cerro fatturava 6 milioni di euro e perdeva 12 milioni, nel 2021 ha fatturato 10,7 milioni con un ebitda del 15% e un risultato positivo.

Loading...

Export al 50% della produzione

Abbiamo rinnovato vigneti e macchinari, innalzato la qualità e riorganizzato la rete distributiva, arrivando a un export che sfiora il 50%. Ora non ci vogliamo fermare».Il centro logistico ha 1.200 posti pallet e una capacità di stoccaggio di 600mila bottiglie, che permetterà una rotazione annua di tre milioni di bottiglie. «Accanto a questo investimento – spiega Antonio Donato, direttore generale Tenute del Cerro – ne stiamo avviando un altro da 18 milioni per rinnovare e allargare di 2.000 metri quadrati la cantina di Montepulciano. I lavori partiranno entro fine anno e dureranno due anni e mezzo. Entrambi gli investimenti hanno ottenuto un finanziamento del 40% a fondo perduto del ministero dello Sviluppo economico legato all'innovazione e all’aumento della forza lavoro del 15%». Oggi nelle tenute del Gruppo Unipol lavorano 100 persone. In vista sono anche investimenti nell’ospitalità, con l’aumento dei posti letto in tutte le tenute con l’obiettivo di arrivare ad avere 70 camere.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti