RIORGANIZZAZIONE A WOLFSBURG

Gruppo Volkswagen verso il riassetto: cosa succederà a Bentley, Bugatti, Lamborghini e Ducati?

Entro fine novembre a Wolfsburg è fissata la discussione finale sul futuro dei marchi di nicchia. Una decisione non più rinviabile dal momento che il Gruppo punterà sempre più su elettrificazione e guida autonoma.

di Corrado Canali

default onloading pic

Entro fine novembre a Wolfsburg è fissata la discussione finale sul futuro dei marchi di nicchia. Una decisione non più rinviabile dal momento che il Gruppo punterà sempre più su elettrificazione e guida autonoma.


2' di lettura

Il Gruppo Volkswagen sta investendo 60 miliardi di euro per l'elettrificazione e per la guida autonoma. E le tecnologie che non sembrano molto richieste dai potenziali acquirenti di alcuni suoi brand come Bentley o Bugatti, ma anche Lamborghini o Ducati. Il che potrebbe far pensare che la condivisione della tecnologia fra i marchi potrebbe essere una delle soluzioni, ma non la sola, per ridurre gli investimenti. Di questo e di possibili vendite o scorpori se ne dovrebbe parlare in una riunione già programmata entro la fine di novembre. Quale sarà dunque, il destino dei marchi di nicchia del Gruppo tedesco?

Lamborghini pronta allo spin-off come la Ferrari nel 2015?

La scelta di rendere il brand di Sant'Agata Bolognese più indipendente all'interno del Gruppo Volkswagen sotto l'aspetto della condivisione di parti, ma anche dei fornitori avviata ormai da tempo potrebbe far pensare alla possibilità di una offerta pubblica nel futuro anche immediato di Lamborghini. Il fatturato a fine 2019 è cresciuto del 28% fino a 1,81 miliardi di euro. Se ne era già parlato prima della pandemia di un possibile spin-off del brand di auto sportive, simile a quello che Fiat Chrysler Automobiles realizzò con Ferrari. Ma oggi come allora nessuna decisione è stata già presa perché il Gruppo Vw vorrebbe mantenere un partecipazione di controllo.

Loading...

Bentley destinata ad entrare a far parte del Gruppo Audi?

La decisione potrebbe diventare operativa già all'inizio del 2021. Il brand britannico di vetture di super lusso potrebbe diventare un fiore all'occhiello della Casa dei quattro anelli, una volta che probabilmente verrà scorporata Lamborghini. L'obiettivo è di rendere più rapida sia la condivisione di componenti, ma anche dei relativi fornitori visto del resto che i due marchi operano nello stesso settore dell'auto il lusso, nonostante Audi abbia da tempo pianificato una svolta sempre più verso l'elettrificazione della gamma con un investimento iniziale di 12 miliardi euro. Un'operazione logica per i due marchi che sarebbe compatibile sin da subito.

Bugatti, è destinata a passare ai croati di Rimac?

Le voci di una possibile cessione del brand erano già state anticipate da rumors nel corso del mese di settembre tanto che si era sparsa la voce che l'ultima novità in arrivo fosse un'elettrica realizzata in collaborazione proprio con Rimac. Non è stato così che visto che la Bolide è tutto fuorché un'auto a batteria. Ciò non significa che la vendita non venga comunque annunciato entro fine anno. Il Gruppo Vw sta lavorando per garantirsi dall'operazione una quota più consistente di partecipazione rispetto all'attuale 25,5% che Porsche ha già in essere in Rimac. Entro la fine dell'anno arriveranno le firme definitive.

Ducati a Borgo Panigale sono ancora in attesa del loro futuro

Non è la prima volta che circolano voci su una possibile cessione di Ducati. Il brand bolognese è entrato a far parte del Gruppo VW ad aprile 2012. Notevole, dopo il passaggio proprietà, la crescita di fatturato che da 606 milioni di euro e 44.102 moto immatricolate, nel 2012 è arrivato agli attuali 716 milioni e 53.183 immatricolazioni. Insomma il trend resta ancora positivo e non a caso l'amministratore delegato del Gruppo tedesco Herbert Diess proprio di recente ha messo a tacere le voci di una possibile cessione di Ducati che ha spiegato sta affrontando la crisi estremamente bene. Vedremo se davvero sarà così.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti