BILANCI E STRATEGIE

Gruppo Volkswagen, utile e fatturato in crescita. Audi guiderà lo sviluppo software e hi-tech

Il colosso di Wolfsburg chiude il 2019 in crescita. Alla casa dei quattro anelli il compito di hub per lo sviluppo di tecnologie. Vw Ag pronta a rilevare tutte le azioni della marca di Ingolstadt

Herbert Diess ceo di Volkswagen (Afp)

4' di lettura

Il gruppo Volkswagen ha chiuso un 2019 di successo. Il fatturato è cresciuto di 16,8 miliardi di Euro, fino a 252,6 miliardi di Euro, e l'utile operativo ante voci straordinarie ha raggiunto i 19,3 miliardi di Euro (17,1). Al 7,6% (7,3 %), il margine operativo ante voci straordinarie ha leggermente superato il range previsto per il 2019. Anche l'utile operativo è incrementato, toccando i 17,0 miliardi di Euro (13,9).

Il gruppo rilancia sul software e affida al brand Audi il ruolo di guida del settore hi-tech. Infatti Volkswagen AG sta rafforzando il ruolodei quattro anelli all'interno del gruppo. A tal fine, il brand di Ingolstad - guidato dal ceo Markus Duesmann - assumerà la guida della ricerca e dello sviluppo del colosso tedesco. Il marchio premium sarà inoltre il punto organizzativo per il Car-software del gruppo VW.

Loading...

«Visti i forti cambiamenti del nostro settore - ha dichiarato Herbert Diess, ceo di Volkswagen AG e presidente del consiglio di sorveglianza di Audi AG - stiamo cercando di mettere insieme i nostri punti di forza posizionandoci in modo competitivo per l'avvenire. In futuro, il marchio Audi guidato da Markus Duesmann assumerà la guida della ricerca e dello sviluppo nel gruppo VW conquistando quindi rapidamente la leadership
tecnica».

In riferimento all'avvia della nuova piattaforma elettrica per vetture premium (PPE), Ingolstadt diventerà il focus organizzativo della nuova
unità del gruppo, la Car-software. La società di recente costituzione centralizza le attività di sviluppo del software nelle varie sedi del gruppo VW. L'obiettivo è quello di aumentare la quota interna dello sviluppo di software per auto ad almeno il 60% entro il 2025.

Volkswagen rileva tutte le azioni Audi

Nell'ambito della ri-assegnazione delle competenze e delle responsabilità, VW AG sta pianificando un'operazione - secondo, la legge tedesca sulle Spa - che consentirebbe di aumentare la sua partecipazione in Audi dall'attuale 99,64% al 100%. Questa operazione dovrebbe essere completata con una risoluzione all'assemblea generale annuale di Audi AG di quest'anno, che dovrebbe svolgersi a luglio o agosto.

Il dettaglio del bilancio
Le voci straordinarie negative legate alla tematica Diesel sono scese a 2,3 miliardi di Euro (3,2). Nella Divisione Automotive, il flusso di cassa netto è cresciuto significativamente, a 10,8 miliardi di Euro (-0,3), con una liquidità netta che si è attestata a 21,3 miliardi di Euro (19,4). Il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Sorveglianza propongono un incremento del dividendo a 6,50 Euro (4,80) per azione ordinaria e a 6,56 Euro (4,86) per azione privilegiata. In questo modo il tasso di distribuzione salirebbe al 24,5% (20,4%).

Uno dei fattori chiave per l'utile operativo del Gruppo Volkswagen nel 2019 è stato il lieve incremento delle consegne, che sono arrivate a quota 10,97 milioni di veicoli (+1,3%). La crescita è stata registrata in particolare in Europa e Sud America, mentre in Nord America e nella regione Asia-Pacifico c'è stato un leggero calo, dovuto al trend generale del mercato. La quota di mercato del Gruppo è aumentata in quasi tutte le regioni. Maggiori volumi, l'ottimizzazione del mix e la performance positiva della divisione Servizi Finanziari hanno avuto un impatto positivo sul maggior fatturato, contrastato dai tassi di cambio. L'utile ante imposte è incrementato del 17,3%, attestandosi a 18,4 miliardi di Euro, e il margine operativo ante imposte è cresciuto fino al 7,3% (6,6%). Nonostante le sfide nel mercato cinese, la quota di utile operativo imputabile alle joint venture cinesi è rimasta in linea con quella dell'anno precedente, a 4,4 miliardi di Euro (4,6).

Il flusso di cassa netto nella Divisione Automotive è salito a 10,8 miliardi di Euro, in netta crescita rispetto ai livelli del 2018. Un risultato raggiunto grazie all'incremento dei profitti, alla diminuzione dei flussi finanziari in uscita legati alla tematica Diesel e a una diminuzione dello stock. Nonostante gli effetti negativi dell'IFRS 16 (contabilizzazione dei leasing), la liquidità netta della Divisione Automotive ha fatto segnare uno sviluppo positivo rispetto al 2018, crescendo fino a 21,3 miliardi di Euro (19,4). Il rapporto R&D (costi per ricerca e sviluppo rispetto al fatturato, espressi in percentuale) è sceso leggermente sotto il livello dell'anno precedente, attestandosi al 6,7% (6,8%). Il rapporto fra capex e fatturato è rimasto stabile al 6,6% (6,6%).

Previsioni
Il Gruppo Volkswagen stima che nel 2020 le consegne ai Clienti possano essere in linea con i livelli dell'anno precedente, in un contesto di mercato costantemente impegnativo. Le sfide principali deriveranno in particolare dalla situazione economica, dalla sempre maggiore concorrenza, dalla volatilità dei prezzi delle materie prime e dei mercati valutari e dai requisiti più rigorosi in materia di emissioni. Si prevede che il fatturato del Gruppo Volkswagen possa incrementare fino al 4% nel 2020, e che quello dell'area di business vetture possa moderatamente crescere rispetto al 2019. Per quanto riguarda l'utile operativo, per il Gruppo e per l'area di business Vetture, per il 2020 si stima un margine tra il 6,5 e il 7,5%. Per l'area di business Veicoli Commerciali ci si attende un margine tra il 4,0 e il 5,0% e un moderato calo del fatturato. Per l'area di business Power Engineering è previsto un fatturato in linea con il livello dell'anno precedente, con una perdita operativa più contenuta. Per la divisione Servizi Finanziari, ci si attende che fatturato e utile operativo siano in linea con quelli del 2019. Oltre alle sfide sopra elencate, le previsioni riportate sono soggette a incertezze di valutazione dovute, tra gli altri, a continue tensioni geopolitiche e a conflitti, così come alla diffusione di malattie epidemiche tra Paesi e regioni, come nel caso del Coronavirus, i cui effetti devono essere monitorati attentamente.

Nella Divisione Automotive, nel 2020 il rapporto R&D e quello tra capex e fatturato si attesteranno probabilmente tra il 6,0 e il 6,5% e ci saranno ulteriori flussi finanziari in uscita legati alla tematica Diesel, e flussi finanziari in uscita significativamente più elevati per attività di fusione e acquisizione. Di conseguenza ci si attende un flusso di cassa netto decisamente positivo, sebbene percettibilmente inferiore rispetto al dato dell'anno precedente. Escludendo gli effetti legati alla tematica Diesel e alle attività di fusione e acquisizione, si continua a puntare a un flusso di cassa netto di almeno 10 miliardi di Euro nel 2020.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti