AUTOMOTIVE

Gruppo Volkswagen, vendite record 2017 a quota 10,7 milioni di veicoli. Il dieselgate è alle spalle

di Mario Cianflone


default onloading pic
Matthias Muller

3' di lettura

Un dato che potrebbe portare il gruppo di Wolfsburg a sorpassare Toyota
“Il record assoluto di consegne è da attribuire a una forte performance di squadra da parte di tutti i marchi e dipendenti del Gruppo. Siamo grati ai nostri clienti per la fiducia che ci hanno attribuito. Continueremo a fare tutto il possibile anche nel 2018 per soddisfare e superare le loro aspettative in tutto il mondo”. Questo il commento a “caldo” all'importante record di vendite da parte del ceo del Gruppo VW Matthias Muller.

Un risultato di squadra, dunque, che andiamo subito a quantificare a cominciare dalla capogruppo Volkswagen che ha venduto l'anno scorso 6,23 milioni di unità vendute seguita da Audi con 1,8 milioni e da Skoda con 1,2 milioni, poi da Seat 470 mila e da Porsche 246 mila a cui vanno poi aggiunti i veicoli commerciali, per un totale di circa 700 mila unità vendute.

Post dieselgate. E il dieselgate sembra essere alle spalle. E il gruppo sta procendendeo a tappe forzate verso l’elettrificazione di tutti i marchi e verso l’innovazione in chiave dei servizi digitali con un marchio ad hoc battezzato Moya. Ci sono progetti ambiziosi che si sono concretizzati nella ultimi mesi con la definizione del progetto Volkswagen I.D e con 3 modelli in arrivo entro il 2020: il primo chiamato Volkswagen I.D, il secondo invece I.D., Buzz e il terzo I.D. Crozz.

La nuova gamma I.D, sarà in vendita nel 2020, è la prima concepita sin dalla fase di iniziale progettazione a propulsione solo elettrica con una piattaforma dedicata battezzata Meb (Modularer Elektrifizierungsbaukasten – Modular Electric Platform).

Il gruppo conta di vendere un milione di auto a ioni di litio su 10 milioni prodotte entro il 2025. E In arrivo ci sono le elettriche e-tron firmate Audi e la prima Porsche alla spina, nota finora come Mission-e. Tra l’altro, limitatamente alla marca Volkswagen, è stata raddoppiata la produzione della e-Golf.

La Cina. Un contributo essenziale per centrare il nuovo record è venuto dalla Cina il mercato più grande al mondo per numero di unità vendute, dove Volkswagen ha superato per la prima volta i 3 milioni di consegne in un anno, con una crescita del 5,9% rispetto al 2016. Risultati molto positivi sono stati ottenuti anche in Russia (+20,4%) oltre che in Brasile (+19,7%). Coi risultati di quest'anno l'Asia diventa, sia pure di poco, il principale mercato del Gruppo VW con 4,5 milioni di veicoli contro i 4,3 venduti in Europa.

Altra locomotiva della crescita di Volkswagen è stata la Germania con quasi 1,3 milioni di unità vendute: da solo il mercato nazionale vale ora di più dell'intero mercato nord americano, dove comunque le vendite sono tornare a crescere di un incoraggiante 5,2% grazie soprattutto a modelli come la nuova Tiguan e il suv Atlas e potranno ulteriormente crescere con l'arrivo della nuova Jetta presentata nei giorni scorsi al Salone di Detroit. “Stiamo facendo investimenti decisivi nella mobilità di domani, utilizzando fondi dalle nostre risorse: nell'e-mobility, nella guida autonoma, nei nuovi servizi di mobilità e nella digitalizzazione.

L’innovazione. Allo stesso tempo, continuiamo a sviluppare le tecnologie e I veicoli di oggi. I dati di vendita eccellenti confermano che questo è l'approccio giusto”, ha poi aggiunto lo stesso Muller. E veniamo, invece, al mercato italiano dove il brand Volkswagen si è confermato per il sesto anno consecutivo la marca estera più venduta in Italia con 144.825 immatricolazioni (+4,06%) e una quota di mercato del 7,35%. Con 41.820 unità immatricolate, la Golf è stata ancora una volta il modello più venduto ottenendo il nono posto nella top ten dei vetture più gradite agli acquirenti italiani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...