io sono il cattivo

Gu Kailai la donna che fece tremare il Dragone

di Giampaolo Musumeci e Antonio Talia

(AFP)

3' di lettura

È stata uno degli avvocati più importanti del Paese. Sposata a Bo Xilai, uno dei leader più influenti del Partito Comunista, la vicenda giudiziaria di Gu Kailai ha scosso nelle fondamenta la Cina contemporanea. Donna elegante e raffinata, potente, primo avvocato cinese a vincere una casa negli Stati Uniti, una carriera scintillante. Lo scandalo scoppia l'8 febbraio del 2012. Ma all'inizio nessuno sospetta la portata di quegli avvenimenti.

All'alba di quel giorno la polizia militare cinese circonda un edificio a Chengdu importante centro nella Cina centrale. I mezzi militari si posizionano attorno al consolato degli Stati Uniti d'America. L'uomo che si è rifugiato nel consolato americano è Wang Lijun, poliziotto, funzionario pluridecorato del Partito comunista. Wang rinuncia a chiedere asilo e si consegna alle autorità cinesi: avrà tanto da raccontare.

Loading...

Innanzitutto il suo rapporto con Bo Xilai, esponente della cosiddetta “aristrocrazia rossa”, il figlio di uno dei combattenti più vicini a Mao Zedong ai tempi della guerra civile, e poi tra i leader più influenti del Partito comunista. Insieme, Bo Xilai e Wang Lijun, il primo come segretario locale del Partito, il secondo come capo della polizia, avevano ripulito Chongqing, una metropoli della Cina occidentale, che fino a qualche anno prima in mano alle Triadi, le mafie cinesi. Alfieri di onestà e dell'anticorruzione. Bo Xilai e la moglie avvocato, coppia glamour della Cina di allora, con alle spalle il “superpoliziotto” Wang Lijun guadagnano la ribalta.

Ma un omicidio pone fine alla carriera dei tre. Lo commette lei, Gu Kailai, il 13 novembre 2011 in una stanza d'albergo, a Chongqing. Sale in camera con un uomo, lo narcotizza e lo uccide con una dose di cianuro. Lui era Neil Heywood, faccendiere britannico che aiutava i potenti cinesi a occultare all'estero ingenti somme di denaro altrimenti non giustificabili. Lo stesso faceva con Bo Xilai e Gu Kailai. Probabilmente a causa di un diverbio su una ricompensa pattuita, la donna uccide l'uomo inglese. E quando lo stesso “amico” di famiglia Wang Lijun deve indagare sull'omicidio, si scoperchia il vado di Pandora. Bo Xilai e Gu Kailai sono corrotti più di quelli che combattevano, avevano instaurato un cima di terrore con ricatti e intimidazioni ed erano diventati milionari. Gu Kailai va a processo e viene condannata all'ergastolo. Bo Xilai finisce in disgrazia e anche lui condannato al carcere a vita. Si leva qualche sospetto su quell'omicidio, subito tacitato dalla macchina della censura. Si cercano chiaroscuri sulla malvagia Gu Kailai. Ma alla fine, il canovaccio sembra chiaro: per la propaganda di Pechino, la coppia glam cinese era una coppia di diabolici delinquenti. E lei, aveva eliminato un ex alleato che sarebbe potuto diventare una gola profonda delle sue malefatte finanziarie.

Il Diciottesimo Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese si apre il 5 no-vembre 2012. Xi Jinping, fino ad allora numero due della leadership, viene incoronato Presidente e Segretario, portando al potere una nuova generazione di dirigenti. Chi aveva sostenuto Bo Xilai viene arrestato nel corso della campagna anticorruzione lanciata da Xi Jinping, ormai leader massimo senza alcuna opposizione interna. Gu Kailai, fino a qualche mese prima tra le donne più potenti di tutta la Cina, rimarrà in carcere a vita, nonostante i dubbi che aleggeranno per sempre sulla sua storia: Gu Kailai è davvero la diabolica assassina dipinta dalla propaganda di Stato, o il vero cattivo di questa vicenda è una macchinazione molto più grande di lei per conquistare il potere assoluto?
Se è vero che oggi Xi Jinping è il Presidente più potente della storia cinese dopo Mao, lo è anche per questa intricata vicenda che ha eliminato dalla scena politica due protagonisti assoluti.

La storia della donna che ha fatto tremare la Cina e il Partito Comunista è in onda a “Io sono il cattivo” sabato 2 febbraio e in replica domenica alle 23,30 (versione estesa podcast solo su audible.it, una coproduzione Radio24 e Audible) con tutti i retroscena della vicenda più clamorosa avvenuta nel colosso asiatico negli ultimi anni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti