ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùnavigazione

Guerra aperta sui traghetti Moby tra hedge e la famiglia Onorato

di Carlo Festa


default onloading pic

2' di lettura

È guerra aperta tra la famiglia Onorato e un gruppo di bondholders, che ha presentato istanza di fallimento per il gruppo dei traghetti al Tribunale di Milano. Alcuni hedge fund, possessori del bond da 300 milioni di Moby con scadenza 2023, si sono raggruppati e hanno presentato tramite lo studio Dla Piper istanza di fallimento di Moby al Tribunale di Milano.

I fondi denunciano la situazione finanziaria dell'azienda e le ultime mosse dell'azionista volte a privare il patrimonio dell'azienda dai beni di maggior valore: in particolare, la cessione di due navi al gruppo danese Dfds e il contestuale acquisto di altre due unità dall'armatore danese. L'operazione ha riguardato due delle sue navi più redditizie, moderne e capienti, la Wonder e la Aki (sono del 2001 e del 2005) in cambio delle due navi più datate King Seaways (1987) e Princess Seaways (1986). L'operazione consentirà di incassare una importante plusvalenza e di migliorare i conti dell'azienda, sotto pressione sui covenant finanziari. I fondi punterebbero a dimostrare il rischio di una insolvenza prospettica, visto che sarebbero stati ceduti due importanti beni a garanzia del debito.

Ma la famiglia Onorato non ha atteso molto tempo per una risposta: anzi, ha svelato lei stessa tramite un comunicato l’istanza presentata dai fondi al Tribunale e ha contro-attaccato i fondi, definiti “a carattere speculativo”. «Moby ha dato mandato ai propri legali di denunciare alla Procura della Repubblica i gravi fatti calunniosi contenuti nel ricorso alle procedure concorsuali presentato da alcuni fondi di investimento a carattere speculativo tutti con sede in paradisi fiscali».

«Moby denuncia questo fatto come l'ultimo atto di una strategia iniziata con un'ossessiva campagna diffamatoria a mezzo stampa, più volte denunciata a diverse autorità giudiziarie. Moby confida nell'operato della magistratura italiana con serenità in quanto pienamente consapevole della calunniosità del ricorso».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...