ristrutturazioni

Habitissimo: gli italiani scelgono di rifare la casa

Il 64% degli intervistati ha apportato miglioramenti alla propria abitazione. Salgono del 7% le richieste di preventivi

di Davide Madeddu

(Eléonore H - stock.adobe.com)

3' di lettura

La pandemia non ha fermato l’edilizia privata. Che nonostante il blocco è cresciuta. E così proprio nell’anno del lockdown si è scoperta la necessità di sfruttare al massimo gli spazi esterni, o trovare soluzioni per ottimizzare gli spazi interni che diventano abitazione ma anche luogo di lavoro o palestra. È quanto emerge dal report 2020 di habitissimo, l’impresa web che si occupa di mettere in contatto offerta e domanda per il settore dell’edilizia, le ristrutturazioni ed i servizi per la casa e che il 30 dicembre ha acquisito Preventivi.it.

Nel report indicazioni sul settore anche nel periodo di restrizioni e prospettive per il futuro. Quanto ai dati: nel 2020 il numero di richieste di preventivo raccolte da habitissimo è cresciuto del 7 per cento rispetto al 2019.

Loading...

«Una crescita minore rispetto all’anno precedente, ma un dato da leggere con positività se si tiene conto del lockdown e della situazione economica» si legge.

In crescita la percentuale di coloro che hanno effettuato lavori a casa. Tra coloro che sono stati intervistati da habiittimo, il 64% ha detto di aver effettuato opere nella propria abitazione. In questo caso si passa dalle piccole riparazioni sino a ristrutturazioni integrali o nuove costruzioni. C'è poi l'aspetto legato al rinnovamento degli interni e arredi. Ossia le attività per rendere più piacevole lo stare a casa.

«I lavori di imbiancatura rimangono in cima alla lista dei lavori eseguiti dagli utenti intervistati da habitissimo - chiarisce il report - con il 50% che ha tinteggiato l'intero immobile e circa il 48% che ha rinnovato una sola stanza o una sola parete».

E se nel 2019 nella sostituzione dei pavimenti ha regnato il parquet, nel 2020 la ceramica è andata in cima alla lista dei materiali scelti dagli italiani, seguita da laminato e materiali vinilici.

Quanto agli arredi: «il 56 per cento delle persone sentite da Habitissimo ha detto di aver comprato nuovi mobili o componenti». In questo caso, come chiarisce il report, la percentuale è di gran lunga superiore al 9% registrato l’anno prima. Tra le motivazioni, la necessità di adattare gli spazi a nuove necessità (lavoro e studio) ma anche la voglia di rinnovare gli ambienti attraverso piccoli complementi.

C'è poi l'aspetto legato agli spazi aperti, con terrazze e giardini che diventano protagonisti della primavera e dell'estate. «Le restrizioni dovute al lockdown a inizio anno e la cautela con cui la maggior parte degli italiani ha vissuto il resto dei mesi hanno fatto sì che gli spazi esterni siano diventati l'unico luogo fuori dalle mura di casa da poter considerare sicuro - scrive il report -. L’aumento delle richieste di preventivo registrate dal portale nelle categorie “installazione tende da sole” e “lavori di giardinaggio” sono aumentate fino al 30% rispetto al 2019».

La prospettiva sembra comunque quella di una costante crescita anche in virtù delle agevolazioni previste dal Superbonus: «Il 61 per cento degli intervistati ha intenzione di fare migliorie e sfruttarlo”. Nel panorama delle persone intervistate poi “il 21 per cento intende 21% intende ristrutturare casa integralmente, il 20% vuole rifare le zone esterne della casa, il 12% desidera cambiare i serramenti e il 6% intende installare una pompa di calore». Intenzioni che a sentire gli esperti, fanno ipotizzare un rialzo del settore.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati