ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMade in Italy

HandPicked punta su dettagli e sostenibilità

Brand lanciato nel 2018

di Valeria Zanetti

Dettagli. Due modelli per l'A-I 23-24

2' di lettura

Cura dei dettagli, stile e sartorialità, attenzione alla sostenibilità. Sono gli elementi che contraddistinguono la nuova collezione HandPicked autunno-inverno 2023-24, proposta da Giada Spa, fondata ad Adria, in Veneto, nel 1987, che produce e distribuisce alcuni fra i brand di moda più importanti nel panorama del fashion. L’azienda veneta si avvale della collaborazione di un migliaio di addetti, tra lavoratori diretti ed aziende dell’indotto made in Italy.

La collezione del menswear di lusso, pensato per coniugare il comfort, mantenendo un aspetto formale, orientato verso un lusso urbano, sarà presentata alla 103esima edizione di Pitti Immagine Uomo. Tra le proposte, maglie con cachemire, camicie in denim e tessuti fantasia, accessori e capispalla, tra cui giubbotti realizzati con lane italiane e imbottitura interna di piume d’oca o in fustagno stampato dal touch morbidissimo. La proposta di look dell’uomo HandPicked comprende anche sciarpe stampate, uno zaino in scamosciato e vitello e due borsoni weekend. Il mondo dei pantaloni, nello specifico dei cinque tasche, rimane dominante. Oltre alle tele denim che rappresentano il Dna del brand, ci sono tessuti in cotone e lana, proposti sia per i cinque tasche sia per i chino.

Loading...

«Il marchio – sottolinea il ceo di Giada, Franco Catania – è stato lanciato per la prima volta con la primavera estate 2018 ed ha subito suscitato interesse. Dopo il Covid, con le ultime due stagioni, ha ripreso a dare grandi soddisfazioni, con risultati molto significativi. La collezione che portiamo a Pitti è total look ed ancora più ricca delle precedenti, realizzata facendo tesoro dei risultati delle passate stagioni e dei feedback dei clienti».

Il luxury denim di Giada si declina anche sulla sostenibilità. «La nostra azienda – sottolinea Catania – da anni produce energia elettrica da fotovoltaico; sceglie con attenzione le materie prime, privilegiando quelle a impatto ambientale ridotto; affida una parte consistente della propria produzione ad una struttura circolare, dotata di un impianto di depurazione delle acque che ne consente il recupero dell’80%; e ricicla gli scarti di tessuto e i residui del depuratore».

Questi ultimi vengono successivamente reimpiegati «come materiale inerte nell’edilizia, per la realizzazione di pannelli insonorizzanti anche per le automobili», conclude il ceo.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti