ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùregno unito

Harry & Meghan corporation: come funzionerà il business della coppia reale

I duchi pronti a utilizzare il brand Sussex Royal per nuove attività imprenditoriali. Nonostante la Regina. Roba degna della serie Tv «The Crown»

di Simone Filippetti

La regina furiosa, ma Harry e Meghan tirano dritto

I duchi pronti a utilizzare il brand Sussex Royal per nuove attività imprenditoriali. Nonostante la Regina. Roba degna della serie Tv «The Crown»


4' di lettura

I fan di The Crown, la serie tv che spopola su Netflix e che sta facendo degli inglesi (e non solo) tutti esperti pseudo-storici di Elisabetta II, sono informati fin dalla seconda stagione che nel Natale del 1958, per la prima volta, la Regina allora fresca di corona, fece gli auguri di Natale alla nazione in diretta tv dall’austera libreria di Sandringham, edificio che pare uscito dalle fiabe di Walt Disney. Da sempre, ogni anno, la casa degli Windsor si ritrova nella tenuta in campagna, dove trascorre le festività.

Natale in America
È più di una reunion familiare, è un rito regale che appunto per la prima volta 60 anni fa aprì le porte al mondo esterno. Ma il Natale del 2019 ha subìto un vulnus: i duchi di Sussex, il principe Harry e la moglie Meghan Markle, hanno dato forfait. La coppia reale ha preferito passare il Natale in solitaria negli Stati Uniti, il paese di lei: una decisione che aveva causato più di un mal di pancia a corte. Ma era solo un’avvisaglia del terremoto scoppiato la sera dell’8 gennaio. Nemmeno gli sceneggiatori della serie Tv più seguita d’Inghilterra avrebbero immaginato un simile colpo di scena: Harry, il figlio di Lady Diana e nipote della Regina, assieme alla moglie Meghan, abbandonano la casa reale per lanciarsi in una sorta di futuro da star dei social media; una sorta di Fedez e Chiara Ferragni su scala planetaria.

La seconda volta nella storia
Per la seconda volta nella storia della monarchia inglese, che risale indietro nel tempo al 1066, un membro di casa Windsor decide di «dimettersi» da membro della casa reale. C’è un solo precedente: l’abdicazione di Edoardo VIII nel 1936. L’attuale sovrana era adolescente quando lo zio abdicò e il trauma causato dal fratello del padre, che lasciò il trono per seguire l’ereditiera (guarda caso) americana Wallis Simpson, ancora oggi è forte. Quella di Harry non è un’abdicazione, anche perché è solo il sesto in linea di successione, ma ha lo stesso effetto. Per la seconda volta in meno di un secolo, un erede della famiglia reale abbandona il palazzo e decide di vivere fuori dalla corte.

Un patrimonio da 30 milioni
Oggi, però, non siamo nella prima metà del Novecento. Oggi i reali sono delle celebrità. E come qualsiasi star capitalizzano sulla loro stessa fama. La medesima monarchia inglese si calcola che porti ogni anno 1,8 miliardi di sterline al Pil inglese sotto forma di turismo e consumi (gadget, souvenir, merchandising, ecc.). A questa imponente torta partecipano anche i Duchi di Sussex, che ora sperano di guadagnare da vivere sfruttando la loro immagine. La ex coppia reale non parte proprio da zero. Harry ha un patrimonio personale, stimato da Forbes, di 30 milioni di sterline. Il grosso arriva dall’eredità della principessa Diana, circa 20 milioni. Altri 7 arrivano dall’eredità della bisnonna, la Regina Madre.

Modello Barack e Michelle
Forti di questo tesoretto, la royal couple tenta una geniale mossa di marketing: sganciarsi dai noiosi e grigi rituali di Buckingham Palace, mantenendo però il titolo, e i privilegi, di Duchi di Sussex, e lanciarsi nel business da «personaggi pubblici». Meghan già oggi «vale» 5 milioni di dollari come influencer e testimonial. Prima di sposarsi con il rampollo di casa Windsor il suo sito internet produceva 61mila dollari all’anno di entrate. Ma gli introiti sono destinati a salire vertiginosamente. Harry e Meghan hanno già registrato il loro nome come marchio commerciale e dall’anno scorso hanno un loro sito indipendente dalla famiglia reale. E secondo gli esperti potrebbero guadagnare milioni tra apparizioni in Tv, sponsorizzazioni, eventi, serate di gala e libri. Il confronto più simile è con Barack e Michelle Obama: la ex coppia presidenziale ogni anno racimola 65 milioni. Harry, che sarebbe stato incoraggiato dagli Obama nel clamoroso divorzio, potrebbe arrivare a decine di milioni all’anno. La coppia gode di una popolarità ai massimi livelli: il loro profilo instagram conta 1,4 milioni di follower, una robusta fan-base da sfruttare commercialmente; e quando è nato il figlio Archie, il Royal Baby ha mosso circa 3 milioni di sterline di indotto.

Una strana startup
In attesa di monetizzare la loro immagine, la start-up Harry&Meghan sarà ancora mantenuta dal polmone finanziario di Buckingham Palace. La coppia riceve quasi 3 milioni all’anno dal Ducato di Cornovaglia, un possedimento intestato al Principe Carlo e che per diritto dinastico, fin dal 1337, paga una rendita al Principe del Galles, titolo di Carlo, e agli eredi. Ma il futuro Re potrebbe decidere di diminuire o tagliare del tutto la prebenda regale dopo lo sgarbo del figlio. Il «divorzio» apre un tema, mai successo prima, del conflitto di interessi di un reale della corona britannica. La royal couple ha annunciato che non farà più parte della famiglia reale, che si sosterrà economicamente da sola, ma continuerà a sostenere comunque la Corona. Roba da sfidare il principio aristotelico di non contraddizione: ai reali inglesi è vietato svolgere attività professionali private per evitare conflitti di interesse con la Monarchia. Non si capisce quindi come Harry pensi di guadagnarsi da vivere come libero professionista e allo stesso tempo servire la Corona. Ma soprattutto come pensi di continuare a ricevere prebende reali e allo stesso tempo invocare l’autonomia finanziaria. Al momento però la coppia sembra più impegnata a diventare una versione globalizzata dei Ferragnez.

PER APPROFONDIRE:
Quanto verrà a costare il divorzio dalla Real Casa
Le 6 cose vere da sapere sulla successione in casa Windsor

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti