ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmicromobilitÀ

Helbiz, shopping negli Usa: compra Skip e ora l’obiettivo è il Nasdaq

La start up di Salvatore Palella firma una lettera d’intenti per l’acquisizione

di Carlo Festa

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

La start up di Salvatore Palella firma una lettera d’intenti per l’acquisizione


2' di lettura

Cresce sul mercato americano Helbiz, società attiva nella micro-mobilità fondata dall’imprenditore siciliano, trapiantato negli Stati Uniti, Salvatore Palella. La start-up ha firmato una lettera d’intenti per l’acquisizione della statunitense Skip Transportation.

Helbiz acquisirà il brand Skip, i marchi registrati, le tecnologie, la customer base e la flotta di monopattini (5mila veicoli). Subentrerà negli «headquarter» di Skip a San Francisco e assumerà gli ingegneri e i team operativi, per sviluppare nuovi servizi. Skip continuerà a operare come entità a sé, parte del gruppo Helbiz. La finalizzazione dell’accordo è attesa entro la fine di quest’anno.

Loading...

Helbiz, nata nel 2017 a New York, è attiva nel segmento della mobilità sostenibile con l’offerta in sharing di e-bike e monopattini elettrici. In agosto ha allargato il business agli scooter elettrici, attraverso l’accordo con MiMoto Smart Mobility, attivo nel mercato dello sharing di motorini elettrici. Ha ora un fatturato consolidato circa di 15 milioni di dollari.

Queste operazioni di acquisizione nelle intenzioni di Palella sono finalizzate alla prossima Ipo a Wall Street da parte della società di sharing mobility. Il progetto è sul tavolo degli azionisti già dallo scorso anno e ora si guarda al Nasdaq nel primo trimestre 2021.

Tuttavia lo sbarco, al momento, sembra complesso. Non sono stati finora d’aiuto i flop delle quotazioni di Uber e del concorrente Lyft prima e soprattutto la pandemia a livello mondiale, che ha rallentato il processo di sbarco sul mercato americano. In ogni caso quest’anno Helbiz ha raccolto circa 22 milioni di dollari, tra gli investitori privati, di cui 10 milioni post-Covid. Tra gli azionisti figura anche Forever Sharing, azienda cinese produttrice di veicoli per lo sharing.

Ora la scommessa di Palella, che nel suo passato è stato anche presidente dell’Acireale Calcio e che prima di partire per gli Usa aveva aperto a Milano (dopo gli studi alla Cattolica) una start-up attiva nel commercio di agrumi, è quella di avere al Nasdaq una super quotazione, superiore a quella offerta dai cinesi di Forever Sharing, che hanno comprato il 5% dell’azienda valutandola 160 milioni. Ci riuscirà? La micro-mobilità è settore caratterizzato da grande competizione ed è soggetto a regolamentazione pubblica. A New York e a Londra, dove inizialmente c’erano state forte resistenze istituzionali, stanno partendo le gare e le prime assegnazioni. Resta da capire quale sarà la torta che si divideranno i player del mercato.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti