ospitalità

HO Hotels Collection si concentra sulla Puglia

Rivisto il piano industriale, che mirava ad esplorare 2-3 nuove destinazioni in Italia. Intanto procedono i lavori per rinnovare il Patria Palace

di Laura Dominici

default onloading pic

Rivisto il piano industriale, che mirava ad esplorare 2-3 nuove destinazioni in Italia. Intanto procedono i lavori per rinnovare il Patria Palace


4' di lettura

La storia imprenditoriale della famiglia Degennaro di Bari parte dal dopoguerra nel settore edile, ma si diversifica negli anni spaziando in altri comparti, tra cui l’alberghiero. Il portfolio attuale è un mix di strutture leisure 5 stelle come il Patria Palace Hotel a Lecce, business travel e Mice come il Nicolaus Hotel e l'HI Hotel di Bari, o ancora strettamente leisure come I Turchesi Club Village di Castellaneta.

«Per il futuro prossimo l'idea è quella di sviluppare il brand alberghiero della famiglia in territorio pugliese completando l'offerta con nuovi format di ospitalità» annuncia Mattia Degennaro, marketing director HO Hotels Collection.

Turchesi village di Castellaneta

La crisi petrolifera ha spinto il progetto turistico

«Tutto nasce da nonno Emanuele Degennaro, uomo di tempra tenace e animo visionario – racconta Mattia Degennaro -. Rimasto orfano giovanissimo, inizia a lavorare presto come operaio semplice a Bari». Lo sforzo si accompagna a intuizioni felici: negli anni '60 Degennaro è uno dei costruttori più conosciuti della città, dove realizza diversi immobili.

Nel 1972 Emanuele Degennaro avvia un progetto immobiliare fronte mare vicino a Bari, ma la crisi petrolifera suggerisce di modificare la destinazione d'uso: «Ha inizio così il primo progetto turistico – spiega il nipote Mattia - con la realizzazione dell'hotel Riva del Sole«. Subito apprezzato, l'albergo diventa sede scelta di tanti matrimoni di Bari e provincia. Qui è anche dove tutti i 9 figli sono coinvolti, dalla formazione in poi.

Nello scegliere di trasformare l'iniziale progetto immobiliare nell'Hotel Riva del Sole, il patriarca scherzava sulla sua grande famiglia e sul fatto che in un albergo sarebbero stati tutti comodi, ognuno con il suo spazio. Tra figli e nipoti, la famiglia ha infatti raggiunto, negli anni, quasi cento componenti. Il più piccolo della famiglia, Daniele, segue la passione per la cucina: a 14 anni inizia come lavapiatti. A 18 anni è già chef de partie. Negli anni 80 Daniele Degennaro (padre di Mattia) lascia l'hotel di Giovinazzo e sceglie di trasformare uno dei palazzi che la famiglia sta costruendo a Bari città. È il 1987, gli americani non sanno ancora bene cosa rappresenti la Puglia o Bari, eppure Daniele intuisce che sono i grandi brand made in Usa a poter garantire la marcia in più.

A 26 anni Daniele “bussa” alla porta di Sheraton per capire che tipo di hotel realizzare e chiude un accordo. Nasce il The Nicolaus Hotel, per dieci anni epicentro dell'ospitalità cittadina e motore in grado di inserire Bari all'interno di una mappa internazionale. Negli anni Daniele Degennaro si impone come master franchiser di Starwood nel Sud Italia.

Al 1996 risale la costruzione del Patria Palace Hotel, nel cuore di Lecce, che entra nel network “Luxury Collection” di Ciga prima e Starwood poi.Nel 1997 Daniele rimette mano al ramo costruzioni, richiamato dai fratelli. Sotto la sua direzione, nel giro di qualche anno, l'azienda diventa responsabile di progetti come Malpensa2000, la ristrutturazione della Scala di Milano, l'ospedale di Bergamo. L'apice della carriera di Daniele Degennaro nel comparto real estate-hospitality coincide con la realizzazione dello Sheraton Malpensa. Il ramo alberghiero nel frattempo ha visto aggiungersi un primo hotel a Roma e un secondo a Bari. Nel 2010 si aggiunge il villaggio I Turchesi a Castellaneta.

Patria Palace Hotel di Lecce

Il nuovo percorso fuori dal franchising

Sei anni fa, nel 2014, entra in squadra Mattia Degennaro, fresco di studi alla Bocconi e di esperienze all'estero. Mattia inizia un percorso nuovo, liberando gli hotel dalle imposizioni del franchising e puntando in modo più audace sul marketing, per la prima volta gestito autonomamente. Il motto è: più unicità, meno standard. Nel 2014 la famiglia esce da Sheraton e crea il The Nicolaus Hotel Bari. L'anno successivo nasce il brand HI e a seguire (nel 2016) il Patria Palace esce dal circuito MGallery e diventa Patria Palace Hotel. Risale proprio al 2016 la creazione di HO Hotels Collection, un brand all'interno del quale confluiscono tutte le strutture allo scopo di dare vita a un marchio “che parli di Puglia”, come spiega il marketing director.

Hotel Nicolaus di Bari

Il piano industriale

«La pandemia Covid – commenta Mattia Degennaro – ha portato ad una rivisitazione del piano industriale, che mirava ad esplorare 2-3 nuove destinazioni in Italia per nuovi alberghi HI. Adesso l'obiettivo è più strettamente legato al territorio pugliese. Partiamo innanzitutto dal miglioramento dell'esistente».

Il 2021 vedrà infatti la riapertura del Patria Palace, dopo un'opera di attento rinnovamento del valore di 2 milioni di euro, per confermarlo luogo di riferimento in Salento. A causa della pandemia è stato finora finalizzato circa il 40% dei lavori, mentre il restante 60% verrà sviluppato entro il 2021.

«Tra i lavori in scaletta – dichiara Degennaro – l'aggiunta di un'inedita area benessere, la creazione di junior suite, la ristrutturazione del rooftop per sviluppare il food & beverage, l'ampliamento del ristorante Atenze con la realizzazione di un'ulteriore sala interna».

Anche il villaggio I Turchesi di Castellaneta sarà oggetto di ristrutturazione per un costo stimato di 250mila euro. «Il complesso – commenta l'imprenditore - vuole allontanarsi sempre più dal concetto di residence puro e puntare sul binomio appartamenti privati di respiro e servizi da hotel di alto livello». Sono previsti investimenti sia nella ristrutturazione delle camere de I Turchesi e della piscina, sia nel restyling soft di sale meeting e camere del The Nicolaus Hotel.

HI Hotel di Bari

Investimenti futuri

Secondo Degennaro questo è un momento propizio per trovare strutture di interesse per lo sviluppo: «L'intenzione di HO Hotels Collection – dichiara - è quella di completare l'offerta in Puglia con nuove destinazioni e format. Nel mirino possibili masserie e investimenti fronte mare, tra la Valle d'Itria e il Salento. Nell'incertezza dei tempi, la nostra famiglia sceglie con convinzione la strada dell'attacco e non della difesa, con la consapevolezza che il tempo darà merito a quanto si sta seminando adesso»”.

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati