Due ruote

Honda ADV350: il maxiscooter (con motore 350) adatto a qualunque strada

di Federico Cociancich

3' di lettura

Il nuovo scooterone proposto dalla Casa giapponese coniuga lo stile Adventure del fratello maggiore X-ADV, con un robusto telaio tubolare in acciaio, forcella a steli rovesciati da 37 mm (ha una vera forcella rovesciata a doppia piastra, laddove sugli scooter sono solitamente monopiastra) e ammortizzatori posteriori con serbatoio gas separato che gli consentono di affrontare anche strade non asfaltate. Il motore da 330 cc raggiunge una potenza massima di oltre 29 CV (21,5 kW) a 7.500 giri/min e una coppia massima di 31,5 Nm, mentre l’aderenza dello pneumatico posteriore è affidata al controllo di trazione Honda Selectable Torque Control (HSTC). Il parabrezza è regolabile in altezza, il vano sottosella può ospitare due caschi integrali e quello portaoggetti è dotato di presa Usb.

Nuovo concetto di New Urban Adventure

L’X-ADV, definito da Honda “il SUV a due ruote”, ha riscosso da subito grande interesse, ma il motore da 750 cc ha frenato un certo tipo di utilizzatore, quello alla ricerca di un mezzo per il percorso periferia-centro città, che vuole saltuariamente concedersi qualche gita fuoriporta. Ecco da dove viene l’idea del nuovo ADV350, pensato per esplorare la città, ma in grado di spingersi oltre i suoi confini, anche su strade non asfaltate, pur senza sfociare nell’off road.  

Loading...
Honda ADV350, tutte le foto del nuovo scooter formato suv

Honda ADV350, tutte le foto del nuovo scooter formato suv

Photogallery20 foto

Visualizza

L’ADV350 ha un carattere dinamico, il motore Monocilindrico, 4 tempi, 4 valvole (SOHC), raffreddato a liquido, rispetta ovviamente le specifiche Euro5 e i consumi si attestano sui 29,4 km/l (nel ciclo medio WMTC) che, con il serbatoio da 11,7 L di capacità, offrono una potenziale autonomia di oltre 340 km. Honda promette una posizione di guida comoda e naturale (l’altezza della sella è di 795 mm) mentre il telaio e le forcelle di derivazione motociclistica sono studiati per garantire ottima maneggevolezza, grande stabilità, e un eccellente assorbimento delle buche, tanto che la Casa giapponese lo dichiara adatto anche all’off-road leggero. Il segreto sta nella forcella a steli rovesciati da 37 mm (con una escursione di 125 mm), fissata a piastre di sterzo superiori e inferiori generosamente dimensionate, che aumentando la precisione dell’avantreno, mentre gli ammortizzatori con serbatoio del gas separato e molle progressive a triplo stadio, garantiscono un ottimo assorbimento delle asperità su qualsiasi fondo, anche con passeggero a bordo. Il cerchio anteriore in alluminio pressofuso da 15 pollici e il cerchio posteriore da 14 pollici montano pneumatici tubeless con battistrada semi‑tassellato (120/70-R15 e 140/70-R14), che garantiscono un’aderenza elevata, mentre la frenata è affidata al disco (singolo) da 256 mm all’anteriore e a quello posteriore da 240 mm. Un ulteriore contributo è dato dall’elettronica che sfrutta un sistema di controllo di trazione HSTC a due livelli: rileva eventuali differenze tra la velocità della ruota anteriore e quella posteriore, calcola il rapporto di slittamento e poi controlla la coppia erogata dal motore attraverso il sistema di iniezione elettronica per recuperare l’aderenza dello pneumatico posteriore. Inoltre gli indicatori di direzione sono dotati del sistema di segnalazione della frenata di emergenza, che fa lampeggiare le frecce per avvisare gli altri veicoli in caso di frenata brusca.

La somiglianza con l’X-ADV si riconosce dal profilo slanciato dei fianchetti ai lati della sella, mentre il gruppo ottico anteriore è rialzato rispetto alla ruota e la carenatura è stata disegnata per lasciare in evidenza la forcella a steli rovesciati. Il parabrezza con escursione di 133 mm è facilmente regolabile su quattro posizioni grazie a un meccanismo di blocco dello scorrimento. Lo spazioso sottosella da 48 litri può contenere comodamente due caschi integrali e il vano portaoggetti anteriore sinistro ospita una presa Usb-C per ricaricare lo smartphone. La chiave elettronica permette di accendere l’ADV 350, aprire/chiudere il vano sottosella, gestire il bauletto da 50 L (Smart‑Top Box, di serie nel nostro Paese) e bloccare automaticamente lo scooter quando ci si allontana, tenendo la Smart‑Key comodamente in tasca.

 

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti