MOTO

Honda Africa Twin MY2020, com’è fatta e quanto costa

di Gianluigi Guiotto


default onloading pic

2' di lettura

Più leggera, più potente e più “smart”: sono le caratteristiche principali che contraddistinguono la versione 2020 dell'Honda CRF1100L Africa Twin, storico modello della Casa nipponica (fu prodotto dal 1988 al 2002, con motori di 650 e 750 cc) riportato dai concessionari nel 2016 e rinnovato nel 2018. La tuttofare di Casa Honda si presenta ancor più votata ai lunghi viaggi, praticamente su ogni terreno. Vediamo quali sono le novità del modello 2020.
Offerta doppia. La gamma della nuova Africa Twin rimane articolata su due modelli, la standard, ridisegnata per donarle uno stile rally compatto e aggressivo con un maggior orientamento alla guida off-road, e l'Adventure Sports, caratterizzata da un serbatoio più capiente (24,8 invece di 18,8 litri), maggior protezione aerodinamica, sospensioni elettroniche e un equipaggiamento di serie ce comprende anche il cruise control, l'Apple CarPlay e la connettività Bluetooth per tutti gli smartphone.

Honda Africa Twin, le foto della MY2020

Honda Africa Twin, le foto della MY2020

Photogallery21 foto

Visualizza

Più cavalli, meno chili. La versione 2020 monta un motore più grande: l'architettura del bicilindrico parallelo a otto valvole Unicam (omologato Euro5) resta invariata ma la cilindrata sale da 998 cc a 1.084 cc, con una potenza massima che passa da 95 a 102 cv (sempre a 7.500 giri) e una coppia massima incrementata da 99 a 105 Nm a 6.250 giri. Le modifiche al propulsore hanno portato un apprezzabile risparmio di peso: 2,5 kg in meno che, con altri aggiustamenti, salgono a 4 kg complessivi. Nuovi sono anche il telaio in acciaio e il telaietto reggisella in alluminio, al centro di una ciclistica molto robusta che annovera anche un forcellone in alluminio derivato direttamente dal mondo del cross.
Elettronica da auto. Arriva anche sull'endurona giapponese il touchscreen Tft a colori da 6.5”, interfaccia tra pilota e l'elettronica di bordo, a livello di una berlina a quattro ruote. L'elenco dei dispositivi è lungo, ma al vertice troviamo la nuova piattaforma inerziale Imu a sei assi che tira i fili dell'elettronica. Abbiamo controllo di trazione HSTC a sette livelli, cornering Abs a due modalità, antiwheelie (impedisce alla ruota anteriore di sollevarsi) a tre livelli. Sulla versione con cambio Dct la piattaforma influisce anche sui cambi marcia in curva. Si evolve anche l'acceleratore Throttle By Wire che ora offre sei Riding Mode, quattro preimpostati più due completamente personalizzabili.
Quanto costa? La versione 2020 dell'Honda Africa Twin sarà disponibile dai concessionari dalla fine di ottobre, a 15mila euro per la versione con cambio manuale (16mila per quella con cambio Dct). L'allestimento Adventure Sports costerà invece 19mila euro (20mila per la Dct).

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...