AUTOMOTIVE

Honda, diesel addio a partire dal 2021

I giapponesi si allineano così con la decisione già presa da altri costruttori, come Toyota, Porsche e Volvo

di Corrado Canali

2' di lettura

Anche Honda dopo Toyota dice addio al diesel in Europa. La Casa giapponese ha programmato di cancellare gradualmente dalla gamma europea le motorizzazioni a gasolio per abbandonare definitivamente questa alimentazione nel 2021.

Una decisione che rientra nella strategia di elettrificazione con cui la Honda punta entro il 2025 solo modelli elettrici o quantomeno ibridi nel Vecchio Continente. L'addio al diesel rientra anche in un'ampia riorganizzazione della presenza nel Vecchio Continente che prevede anche la decisione di chiudere l'impianto britannico di Swindon sempre nel 2021 e di tagliare di conseguenza 3.500 posti di lavoro, a cui si aggiungerà anche una revisione dell'offerta commerciale con il taglio degli allestimenti e delle varianti di motori di un terzo rispetto all'attuale listino con l'obiettivo di ridurre i costi del 10% e di generare, invece, risorse da destinare alla ricerca e allo sviluppo sulle tecnologie avanzate.

Loading...

A spingere Honda così come altri costruttori a intraprendere un percorso che porta ad un graduale ridimensionamento del diesel sono anche altri fattori. Le emissioni di anidride carbonica dovranno scendere a 95 grammi per chilometro per il 95% delle auto, a fronte dell'attuale media del 120 g/km.

Tuttavia tale percentuale ha subito negli ultimi anni una spinta al rialzo per l'aumento della domanda di suv e crossover di grandi dimensioni, oltre che dal crollo delle vendite delle versioni diesel scese del 18,4% rispetto al 2018 e di conseguenza anche un aumento del peso delle auto a benzina.

Si diceva che altri costruttori stanno progettando di ridimensionare l'impiego dei motori diesel. Bmw, ad esempio, sembra propensa ad utilizzare il gasolio solo per coprire sempre meno fasce di mercato. Le più decise a dire addio al gasolio sono state, però,le Case giapponesi. L'anno scorso, come detto, è stata per prima Toyota a decidere di interrompere la vendita di diesel in Europa per concentrarsi sull'ibrido, ma anche Nissan la sta seguendo puntato, invece, sull'elettrico.

Analoga decisione l'ha prese anche Volvo, mentre altri costruttori, ad esempio Porsche, hanno messo fuori produzione le versioni diesel di alcuni modelli sostituendoli con motorizzazioni ibride.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti