Suv

Honda HR-V 2022, ecco com'è, come va e quanto costa la nuova generazione ibrida

Il nuovo suv compatto del brand giapponese si ripresenta con uno stile inedito e con l'unica motorizzazione full hybrid. Sarà in vendita a partire da mese di febbraio 2022.

di Corrado Canali

4' di lettura

Con stile inedito e tanta tecnologia Honda rinnova il suo suv best seller HR-V. La vettura, disponibile solo nella versione full hybrid battezzata e:HEV è più compatta del crossover CR-V con il quale condivide lo stesso powertrain ibrido.
Si tratta di un modello completamente rivisto che ha leva oltre che sulla motorizzazione elettrificata anche su un design inedito per un suv compatto lungo 4,30 metri. Le linee del frontale e della coda, così come le proporzioni generali, sono del tutto nuove per il brand giapponese, tanto da prefigurae una vera e propria svolta da parte di Honda. Inoltre, la nuova piattaforma ha consentito di migliorare sensibilmente il confort a bordo senza però aumentare le dimensioni esterne.

Nuova Honda HR-V ibrida, tutte le foto

Nuova Honda HR-V ibrida, tutte le foto

Photogallery23 foto

Visualizza

Disponibile solo con un powertrain full hybrid
Honda HR-V è cresciuta di 5 cm in lunghezza, sono 434 in tutto, e di due in larghezza arrivando a 179, ma le novità più importanti sono sotto la carrozzeria. La nuova HR-V è, infatti, è solo ibrida full a benzina e automatica, nonché solo a trazione anteriore come del resto era il precedente modello. Il sistema ibrido è quello già introdotto in altri modelli della casa giapponese e deriva direttamente da quello dell'utilitaria Jazz: un 1.500 cc che funziona secondo il ciclo Atkinson per sfruttare al meglio il benzina rispetto al classico ciclo Otto e muove le ruote soltanto a velocità costante medio-alta.

Loading...

Più potenza al motore termico e alla batteria
Il quattro cilindri termico di Honda HR-V aziona un generatore che carica la batteria sistemata nel bagagliaio o alimenta direttamente il motore elettrico di trazione. In questo modo si fa funzionare il motore a benzina nelle condizioni migliori in fatto di consumi e si fa a meno anche del cambio, visto che la vettura parte sempre in elettrico. Per far fronte al maggior peso di circa 150 kg in più rispetto alla Jazz e ad una più sfavorevole aerodinamica visto che l'HR-V è più alto e largo aumenta la potenza sia del 1.5 da 98 a 107 cv che del motore elettrico da 109 a 131 e anche della batteria da 0,86 a 1,08 kWh.

Un abitacolo all'insegna della praticità
Lo stile dell'abitacolo di HR-V punta più sulla praticità e sull’eleganza. La plancia, lineare, include un chiaro cruscotto digitale. Apprezzabili, perché intuitivi e rapidi da azionare, i comandi del climatizzatore bizona che ha una funzione gestibile da due pomelli all’estremità della plancia per attivare un flusso che corre lungo i finestrini, meno avvertibile dai passeggeri. Efficiente il sistema multimediale, con un reattivo display di 9 pollici, il navigatore, Apple CarPlay con connessione anche senza cavo e Android Auto di serie per tutte le versioni. A cui si può aggiungere un hi-fi da 452 watt e dieci altoparlanti, oltre alla piastra per la ricarica wireless degli smartphone.

I posti bordo sono comodi e gestibili al meglio
In aggiunta l’abitacolo appare decisamente arioso. In effetti lo spazio a bordo è notevole anche nella zona posteriose, sia per la testa che per le gambe degli occupanti, paragonabilequella di suv di taglia molto più ingombrante. La posizione di guida è impostata correttamente anche se le possibilità di personalizzarla sono ridotte ai minimi temini. La presenza del serbatoio sotto i sedili anteriori rende la seduta a bordo sempre piuttosto rialzata, ma lo schienale ha la regolazione a scatti e non è prevista quella per la zona lombare. il sedile del passeggero, invece, non si può registrare in altezza.

Bagagliaio con portellone ad accesso agevolato
Il bagagliaio della nuova Honda HR-V ha una capienza minima che di 320 litri. In compenso viene offerto di serie l’accesso agevolato dal portellone motorizzato a cui rimane ancorata la cappelliera di tipo morbido e una soglia di accesso che è pari a 71 cm da terra, decisamente poco per il tipo di vettura. Il divano dietro, inoltre è ben studiato: abbassandolo si crea un vano perfettamente piatto, ma si può anche ruotare la seduta contro lo schienale, lasciando alle spalle dei sedili anteriori un ampio spazio anche in altezza per caricare ad esempio degli oggetti voluminosi e dunque di difficile collocazione.

La dotazione di serie dei tre allestimenti previsti
Fin dalla versione dalla base, Elegance in vendita a circa 31mila euro l'HR-V dispone di una dotazione di serie che include i cerchi in lega di 18 pollici, un valido sistema multimediale, il climatizzazione automatico, la guida semiautonoma e anche i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con retrocamera. La Advance che costa 33.400 euro offre in più il portellone motorizzato, i sedili in stoffa ed ecopelle, due prese Usb posteriori che si sommano alle due anteriori e i sensori dell’angolo cieco dei retrovisori, mentre la Advance Style, il top, le barre sul tetto, l’hi-fi, il tetto nero e i fari adattativi.

Brillante su strade extraurbane e silensiosa in città
Alla guida la nuova HR-V si fa appezzare per un'andatura medio-veloce, per un sterzo diretto e preciso. Buona anche la capacità di assorbire lo sconnesso e anche la frenata, con un pedale dalla corsa breve e facile da modulare. Riguardo al motori di positivo c'è una prontezza nella risposta oltre ad una progressione vivace e dei consumi che il computer di bordo stima di circa 15 km con un litro. Nella guida in città col motore elettrico in funzione l'auto diventa molto silenziosa. Inoltre il sistema ibrido simuland dei passaggi di rapportoevita del tutto quell'effetto scooter tipico di altre ibride full.

Prossima elettrificazione quella per la Civic
Complessivamente la nuova HR-V, come in generale gli altri modelli del costruttore ai giapponesi sino ad ora riconvertiti alla tecnologia full hybrid dimosta di aver cambiato pelle anche rispetto al recente passato e di averlo fatto molto bene. Ma adesso la stess convincente evoluzione l'ha trovata anche nel design, diventando di fatto una ulteriore variabile per riconquistare un pubblico più ampio. Quello che la Honda ha avuto in Europa nei suoi anni migliori. Per farlo in ogni caso servirà che anche la Civic sia proposta nella variante elettrificata. Alla Honda naturalmente ci stanno già da tempo lavorando.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti