ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùALBERGHI

Hotel: censiti oltre mille progetti, faro su nuove destinazioni

Censiti cento alberghi già in cantiere per circa 18mila camere - Interesse poer Bergamo, Trieste, Lecce e Napoli

di Vincenzo Chierchia

default onloading pic
(murattellioglu - stock.adobe.com)

Censiti cento alberghi già in cantiere per circa 18mila camere - Interesse poer Bergamo, Trieste, Lecce e Napoli


2' di lettura

Il mercato degli investimenti nel settore alberghiero resta dinamico, censiti oltre mille nuovi progetti per circa 200mila camere, sottolinea Giorgio Bianchi, direttore per l’Italia della Pkf, società internazionale di consulenza nel settore real estate. Pkf ha organizzato in questi giorni - a Milano e a porte chiuse - un roundtable con una quarantina di investitori per fare il punto sugli scenari di mercato.

L’incontro di Milano
L’appuntamento milanese si inserisce in un programma di roundtable che Pkf organizza a livello internazionale lungo tutto l’arco di un anno in numerose località. L’obiettivo è quello di monitorare anche l’evoluzione dei vari mercati. In Italia è previsto un nuovo appuntamento in aprile, sempre a Milano, in concomitanza con il Salone del mobile di Milano. Si tratterà di un vero e proprio summit sugli hotel dal 20 al 26 aprile.
Dall’incontro svoltosi nei giorni scorsi – come riferisce Bianchi – è emerso che il sentiment degli investitori resta positivo, in generale ed in particolare in relazione all’Italia, e che si stanno anche cercando opportunità al di fuori delle destinazioni classiche come Milano, Roma, Venezia o Firenze. Riflettori accesi – ad esempio – su destinazioni come Bergamo, Trieste, Lecce e Napoli.

Lo scenario
Abbiamo censito in generale 1.119 progetti di investimento – sottolinea Bianchi – per un totale di circa 200mila nuove camere, in buona parte collegate con brand e catene. Si tratta di un avalutazione di massima sui progetti cui si accompagna la considerazione che in cantiere attualmente ci sono cento strutture per circa 18mila camere che veranno ultimate nei prossimi mesi. A Milano ci sono almeno 13 nuovi hotel in pipeline.

I fattori critici
Gli investitori sono poi attenti ad alcuni fattori critici: nei prossimi 12-24 mesi sono attesi rincari dei costi dei terreni e delle coistruzioni; generano diffusi timori poi i possibili rincari dell’Iva. Dal roundtable di Pkf è emerso poi che gli investitori avvertono un crescente livello di concorrenza nei segmenti upscale e upperupscale, mentre lo sviluppo di offerte ricettive extra-alberghiere innovative fa riflettere per gli incrementi notevoli: il riferimento è a serviced apartements, sudent accomodation e aparthotel.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti